L’accompagnatore

by


“Paolo? Galletti!”

Le telefonate di Massimo Galletti cominciano così.

Durano molto e si concludono solo dopo che si è parlato della vita, l’universo e tutto quanto.

Ieri Massimo ha precettato alcuni tra i fumettofili patologici sparsi per il nord Italia e li ha riuniti nei locali del CFAP di Cremona.

I temi erano:

COS’E’ IL FUMETTO NEL MONDO E IN ITALIA

COS’E’ IL FUMETTO DI QUALITA’ NEL MONDO E IN ITALIA

QUALI STRATEGIE PER PROMUOVERE IL FUMETTO DI QUALITA’

Per dirla in altri termini: il primo punto all’ordine del giorno era “rivoluzione mondiale proletaria”; il secondo, varie ed eventuale.

Come al solito si è arrivati a parlare dell’assenza di prodotti specificamente dedicati ai bambini, capaci di indirizzarli al fumetto e di accompagnarli nella crescita per poi affidarli a prodotti progettati per altre fasce di età.

Laura Scarpa, animatrice del corrierino e di Struwwelpeter, autrice di Martina e direttora di Scuola di Fumetto, a un certo punto ha detto:

“Io da piccola leggevo il Corriere dei Piccoli e su quelle pagine mi appassionavo a Corto Maltese. Quando sono diventata troppo grande per il Corriere dei Piccoli, ho naturalmente seguito Corto Maltese sulle pagine Linus. Mi piaceva Corto e mi sono detta che mi sarebbero piaciuti anche gli altri personaggi ospitati su quelle pagine”.

Stamattina, sul Malpensa-Dusseldorf delle 7.10, ho letto l’ultimo numero di Linus. Il volo dura poco più di un’ora: ho fatto anche in tempo a sfogliare il quotidiano, a bere un’approssimazione di caffè e a invaghirmi della hostess tedesca.

Linus è così attento alle “diversità”, che si sono guadagnate uno spazio ammirevole nel sottotitolo, da aver perso di vista ciò che per la testata era consuetudine: il fumetto.

Tra Get Fuzzy, Dilbert e ristampe delle peanuts, il lettore di fumetti si ritrova costretto a leggere brandelli decontestualizzati di Konig, Doonesbury e Boondocks.

Proprio in una striscia di Boondocks ho trovato la chiave di lettura dello stato di salute di Linus, del fumetto, della sinistra, della vita, l’universo e tutto quanto. 

4 Risposte to “L’accompagnatore”

  1. anonimo Says:

    ^__^

    Epperò lo sai da che parte sta chi dirige lo strombazzato museo del fumetto, vero? -m.

  2. anonimo Says:

    Solo io non vedo l’immagine?😦

    e.

  3. sparidinchiostro Says:

    Purtroppo la striscia era visibile fino a ieri. Da oggi e’ a pagamento.

    Diceva:
    – i democratici sono finiti
    – la destra ha le televisioni, i giornali e tutti i maggiori canali di informazione.
    – la sinistra ha un bel carattere…
    – … e i fumetti

  4. nkz Says:

    anch’io da piccola leggevo il coriere dei piccoli…e amavo “la stefy” e “la pimpa”….

    poi ho cominciato a leggere i Linus di mio zio a casa di mia nonna…mi piaceva “Valentina” perché aveva le storie “zozze”..e Minus..perché i disegni erano semplici eli potevo rifare…

    (per chi è interessato)…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: