1961

La censura è una giungla nella quale grovigli di istituti e di regolamenti tendono agguati alla letteratura, specialmente quella che riguarda il sesso. Vogliamo elencare i principali elementi che, negli Stati Uniti, formano questa giungla? Prendiamo fiato e recitiamo l’elenco:

  • Governo federale
    • Il Ministero delle Poste e dei Telegrafi
    • Il Ministero della Finanza
    • Il Ministero della Giustizia
    • La Magistratura
    • La Commissione Federale per le Comunicazioni
    • L’USIA (United States Information Agency)
    • Il Congresso
  • Negli Stati
    • Il consiglio dei Rettori delle Università statali
    • Il consiglio per la censura
    • Le Università e i Colleges di Stato
    • I Procuratori di Stao
    • Gli organi legislativi
  • Nelle amministrazioni locali
    • La polizia
    • I procuratori
    • I magistrati
    • Le scuole
    • Le biblioteche
    • Le commissioni locali e i consigli di supervisione
    • Le amministrazioni comunali
  • Organizzazioni private
    • Gli istituti di educazione
    • Le Chiese
    • Le biblioteche
    • Le associazioni cittadine, in modo particolare:
      • clubs femminili
      • associazioni di ex combattenti
      • associazioni per la buona stampa

Che i libri riescano, attraverso questa giungla censoria, ad arrivare ai lettori, è uno dei miracoli della vita moderna. Ma non ci arrivano illesi.

Da David Loth, “The Erotic in Literature”, 1961 (ed. it.: “Pornografia e censura”, Sugar, Milano, 1962, traduzione di Adriana Dell’Orto, pp. 15-16)

Annunci

11 pensieri su “1961

  1. Io a questo lo chiamo comunismo!
    George W. è ormai accerchiato da sandinisti e zapateristi pedofili!
    Fuori i comunisti dalla Casa Bianca!!!!
    Illich Vladimir Chepevrolovich

  2. Non mi xxxxxx che si possa parlxxx di cenxxra, ma di xxxxxle prevenxxxxx. Poi quel libxx è dexx’anno xxxx. Vecxxx x’xx pezzx! Ormai le coxx sonx mxxto ma molxx migxxoraxx.
    Xxxxxx xxx xxxxxxx xx x xxxx xxxx, non credxte ancxx xoi?

    Saluxx

    Xxxxxxxxxxx

  3. BLOG OKKUPATO!!!!!!
    Compagni, abbiamo deciso di okkupare questo blog
    per protestare contro la censura americana nell’anno 1961!!!!!
    Possibile che su quel povero anno
    siano cadute sopra tutte queste pazzesche orride
    commissioni censore poche sensoriali?????
    Vi sembra un caso che
    dal momento in cui
    il compagno sparidinchiostro ha sollevato
    quel velo di silenzio che copriva le terribili condizione
    in cui giace l’anno 1961 non gli sia stato
    permesso d’iscrivere altre cose su questo blog?????
    Se questo non è censura, compagni e compagne,
    vi chiediamo, cos’è la CENSURA????!!!!
    Parliamo di quel terribile 1961. PARLIAMONE!!!
    E nel frattempo, compagni e compagne okkupiamo!!!
    Il blog è di chi lo lavora!!!! Lavorare meno okupare tutto!!!

    LIBERATE L’ANNO 1961!!!!
    LIBERATE IL COMPAGNO SPARINCHIOSTRO!!!!

    CCCA-1961 (Comitato Contro

  4. Eccoli ancora, compagni: censurati!!!!
    non ci lasciano nemmeno firmarci per farci pasare per degli anonimi okkupanti.
    LIBERATE L’ANNO 1961!!!!
    LIBERATE IL COMPAGNO SPARINCHIOSTRO!!!!
    CCCA-1961 (Comitato Contro la Censura in America nel 1961)

  5. Ecco, adesso sì.

    LIBERATE L’ANNO 1961!!!!
    LIBERATE IL COMPAGNO SPARINCHIOSTRO!!!!
    CCCA-1961 (Comitato Contro la Censura in America nel 1961)

  6. BLOG OKKUPATO!!!!!!
    Maquintaliaglielabbiamomesanelculallacensuranell’1961!!!!!!!
    Nel panorama cinematografico dell’Italia del pre-boom, esordirono quasi contemporaneamente coloro destinati ad essere ritenuti i grandi maestri, gli autori per eccellenza. Sul finire del decennio, con gl’incombenti ’60 alle porte, Federico Fellini con due Oscar sulle spalle, realizzò un’opera monumentale, “La dolce vita”, una sorta di “Divina Commedia” ambientata a Via Veneto, co-sceneggiata con Flaiano e Tullio Pinelli.
    Tutti gridarono allo scandalo, sin dalla prima proiezione in pubblico, dove il povero Federico fu aggredito da sputi e insulti di pogni genere. L’anno seguente provvide egli stesso a farsi beffa dei censori, facendo interpretare a Peppino de Filippo il ruolo del Dr. Mazzuolone “Le tentazioni del Dottor Antonio”, episodio di “Boccaccio ’70” (1961), dove nottetempo si vedrà letteralmente travolto dall’ossessiva immagine di Anita Ekberg presente in un cartellone pubblicitario, durante un sogno che rasenta l’incubo.
    TIE’!!!! Il blog è di chi lo lavora!!!! Lavorare meno okupare tutto!!!

    LIBERATE L’ANNO 1961!!!!
    LIBERATE IL COMPAGNO SPARINCHIOSTRO!!!!

    CCCA(I)-1961 (Comitato Contro la Censura in America nel 1961)

  7. BLOG OKKUPATO!!!!!!!

    ma come sapppiamo che sei te e non un cyborg con la tua faccia che arriva dal 1961?

    LIBERATE L’ANNO 1961!!!!
    LIBERATE IL COMPAGNO SPARINCHIOSTRO!!!!
    CCCA-1961 (Comitato Contro la Censura in America nel 1961)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...