Lavinia

by

Quella di Lavinia èuna storia di cacca. Mia figlia l’ha adorata (cinquenne scatologica: le era piaciuto molto anche il trattamento ridarelli di Roddy Doyle). In libreria ho visto, e immediatamente catturato, un volume Mondadori che raccoglie quattro romanzi dedicati a questa bimba cui una fata del natale regala un magico anello. Le illustrazioni sono di Quentin Blake (che non riesco a guardare senza pensare alle storie del gigante Roald Dahl. Bianca Pitzorno, poi, scrive proprio bene. Attendo con ansia il momento della storia prima della nanna.

Mi rendo conto che questo è il secondo post di seguito in cui menziono la casa editrice di proprietà della seconda carica dello stato (finché dura). Per lenire un po’ questa indoratura, ricordo che oggi – alla fiera del libro per ragazzi di Bologna – Mondadori e Warner presenteranno nel dettaglio la loro partnership. Ricordo anche ai più distratti (io lo ero, finché un’anima pia non mi ha illuminato) che Francesca Lazzarato, storica direttrice delle collane per ragazzi di Mondadori, ha da qualche tempo lasciato la propria posizione. Si prevede un’invasione di bugs bunny e daffy duck.

5 Risposte to “Lavinia”

  1. borisbattaglia Says:

    capita anche a me
    il momento più rilassante della giornata è proprio la fiaba prima della nanna
    Pitzorno, Dal,Traini, anche Rodari (con qualche riserva), Ende… quell’altro di cui mi sfugge il nome, quello di enzel e krete

    meno male che esiste questo momento
    sciao

  2. borisbattaglia Says:

    faccio tanto il maestrino eppoi mi dimentico l’acca di Dahl.
    Mio figlio mi bacchetterebbe.
    risciao

  3. anonimo Says:

    tempo fa sono stato a sentire la pizorno che leggeva lavinia ed è stato very funny.
    traini con la mucca moka però nel quintetto come che stona, no giocca in serie C o D?
    confesso di dirlo senza aver letto neanche una frase, ma è dovuto non a pigrizia o analfabetismo, ma a che i suoi disegni sono fatti proprio col culo, allora la mia mano sobbalza (giuro!) quando l’avvicino a uno dei suoi libri.
    poi come si fa mettere mucca moka o leopardo leo a dei personaggi?
    cerebroleso

  4. borisbattaglia Says:

    allora
    il buon Agostino non disegna con il culo…
    vabbene non è quentin blake
    le sue storie sono semplici semplici ma mai offensive l’intelligenza dei suoi giovani lettori
    vabbene non è Ende

    ama i cani
    e mucca moka è un nome bellissimo

    per la fiaba prima della nanna alle volte questo ci basta

    sciao

  5. anonimo Says:

    figurati, per la nanna a noi ultimamente ci bastano e avanzano le figurine di wrestling!!!!
    intendevo solo che è di un altro campionato
    (pura nazista ossessione gerarchico-piramidale la mia)
    ma sono d’accordo che mica ci si deva interessarsi solo alla serie A, anzi.

    cerebrolesomaestrinodellaminchia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: