Invecchio

1. Invecchio. Come faccio a saperlo? Ho bisogno di dormire sette ore e la mia vescica mi garantisce un’autonomia di sei ore e mezza. Per la terza volta di fila, stamattina un senso di urgenza mi ha strappato dal letto mezz’ora prima della sveglia.

2. Perché, nonostante tutto, continuo a leggere il manifesto? Marco D’Eramo, Galapagos, Norma Rangeri, Astrit Dakli, Eduardo Galeano, Valentino Parlato, Alessandro Robecchi, Giulia D’Agnolo Vallan, Vauro, Francesca Lazzarato, …

3. Tocca di comprare Linus anche questo mese: c’è la prima parte di Politica Estera, scritto da Lewis Trondheim e disegnato da Jochen Gerner; una manciata di strisce di Doonesbury di Trudeau; un altro frammento di Ralph Konig; e, nel laboratorio di scritture di Matteo Bianchi, un personalissimo ricordo di Andrea Pazienza (purtroppo non ricordo il nome dell’autore del pezzo), che mi ricorda – adesso che le librerie si riempiono di agiografie del Paz – che la maggior parte di noi non l’ha mai incontrato, ma lo conosceva bene.

4. Dopo l’indegno Tempesta e Polvere, Joe Lansdale è tornato in libreria con “Il lato oscuro dell’anima”. Speriamo bene. Intanto il texano è in giro per l’Italia. Ieri ha fatto una sortita in una Feltrinelli meneghina e nei prossimi giorni parteciperà a un paio di incontri nel supermercatone mantovano.

5. Scuola di Fumetto pubblica, oltre allo sketchbook di Gipi, un’intervista alla colorista Barbara Canepa che non meriterebbe menzione. La cito perché a corredo dell’inezia ci sono alcuni disegni di Anna Merli. Irriconoscibile. Completamente skydollizzata. Anna, dove sono finite le femmine eroticissime con coscione?

8 pensieri su “

  1. concordo
    roberto silvestri: horrible!
    ma anche eduardo galeano mi fa rabrbrbrbrbrrivbvbidirre non poco, lo maderrei perr un trrimestrre buono ad un campo di concentrramento all’Avanna.
    George W. Cerebrolized

  2. Continui con il manifesto per tutte le ragioni per cui io ho smesso (escludo D’Eramo, Vallan).

    Pazienza – lasciamolo in pace un po’ almeno noi che non dobbiamo trovare a tutti costi qualcosa da scrivere, vuoi? Non facciamo in modo che anche lui debba uscirci dagli occh, soprattutto visto che non se ne riesce a parlare senza una prosopopea da necrologio di quotidiano di provincia.

    “Sunset and Sawdust” è una delle cose migliori, stilisticamente più consapevoli, di quell’autore non eccelso.

  3. Caro GAG (ma la prima volta che sei passato da qui ti eri presentato con un altro nome),
    sono un po’ deluso.

    Giudizi sprezzanti su tutto e ignori la mia vescica!

    Sono anche un po’ offeso.
    Baci
    P.

    PS: Lo sai che gli IP locator ti danno di stanza in Lisbona?

  4. PS: Lo sai che gli IP locator ti danno di stanza in Lisbona?

    Dimostrazione che, in mano a uno che non sappia che cosa farsene, l’IP locator non serve a niente.

    Ignoro la tua età, da quello che scrivi sarai sui quaranta poco più o meno. Per quell’età, sette ore di sonno sono più di quanto serva, per cui non aspettarti molta comprensione dal pubblico degli insonni (quorum ego).

  5. come distinguere un vero maestrino della minchia da un semplice cazzone?
    il maestrino della minchia sa di essere un cazzone
    il cazzone no
    Ka Sho One Cel Eblo Lesho

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...