Ci sono momenti in cui un uomo deve dimostrare di essere un vero uomo.
E’ sabato. E’ tardi. Un pomeriggio di cazzeggio ha allontanato la cena (e i bambini, affamati come il wendigo, iniziano a innervosirsi). Hai appena fatto la spesa ma – idiota! – ti sei dimenticato di comprare una di quelle porcate che si schiantano nel microonde e, in 5 minuti, “bambini! E’ pronto!”.
Nella dispensa c’è lo storico barattolo di Campbell che hai acquistato solo per sentirti warholiano. Per pudore non ne controlli neanche la data di scadenza.
E’ vero. I bambini fanno casino, sporcano tantissimo, richiedono un sacco di attenzioni e tendono ad annullare i tuoi spazi di autonomia. Però dopo un po’ ti ci affezioni. E allora eviti anche di scaldare i due barattoli di chili con carne.
C’è sempre una soluzione.
La pasta col frigo.
Metti l’acqua a bollire e inizia ad esplorare cassetti e sportelli. Afferri tutte le verdure, gli affettati e i formaggi non ancora scaduti (in alcuni casi ti fidi anche di prodotti il cui stato di deterioramento è decisamente borderline). Li sminuzzi e li butti in padella (in sequenze determinate solo dall’estro e decisamente irriproducibili). Aggiungi spezie secondo i dettami della fantasia.
E quando il mischione ha assunto un aspetto omogeneo e commestibile, di solito sono pronte anche le penne (attenzione la ricetta col frigo richiede l’utilizza di pasta corta; è severamente vietato l’uso di spaghetti). Si fa saltare tutto insieme in padella e, due minuti dopo, “Bambini! E’ pronto!”
Così riesci a sedare la fame della truppa.
Incredibili a dirsi, ma c’è gente che, con la stessa tecnica, riesce a fare una storia a fumetti di 94 pagine tutti i mesi.

5 pensieri su “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...