Frammenti
1.
Aria è una rivista di turismo emozionale. 5 euro e ti ritrovi per le mani questo oggetto bilingue con belle fotografie e grafica impeccabile. Leggo le prime pagine con vivo interesse e le trovo divertentissime: si parte da un parallelo tra la città di Blade Runner e New York per atterrare in Nigeria tra truffatori che allevano iene. Le foto sono belle e il testo è da leggerissimo reportage (due giorni dopo lo stesso servizio – impaginato molto peggio – compare anche tra le pagine di Internazionale). Sono ormai commosso e gioioso perché mi sento molto turista emozionale. Ormai coi nervi scoperti mi infrango su tutte le pagine successive che mi fanno capire che quel servizio d’apertura è stata solo una botta di culo. Aria è finita nel cesto della carta straccia.
2. Baribal non è male. Ci sono molte cose carine: Kramsky illustrato da Bacilieri; Carpinteri; Benni; articoletti a sfondo scientifico molto divertenti; anche – con tutto un insieme di miei preconcetti a sfavore – la coppia Ammanniti/Vinci non va male… La rivista ha però almeno due difetti imperdonabili: un formato inadeguato che la costringe a stare lontana dal suo pubblico; una grave confusione su chi sia il suo pubblico (una banda di idioti, come sembrerebbe credere Bergonzoni; oppure bambini dai 6 ai 9 anni; bambini dai 9 ai 13?). Bisogna comprarla perché diventi un lusso necessario. Sperando in un aggiustamento di rotta. Magari cominciando da una rilevante riduzione del formato, in favore di un sedicesimo in più.
3. “Questo genere di giornalismo mi sembra bislacco, degno di qualche albo a fumetti”. Pare l’abbia detto Paolo Bonolis, uno che – stando al suo reddito – ha capito proprio tutto.
4. E’ uscito (in edicola e per una collana di CD fatta da raitrade) il disco nuovo di Daniele Sepe: “una banda di pezzenti”. Non riesco a trovarlo.
5. Sono usciti (questa volta in libreria, per Meltemi, nella collana curata da Abruzzese) gli atti del convegno “la linea inquieta” (interventi di Barbieri – che è anche il curato dell’iniziativa e del volume, Eugeni, Faeti, Groensteen, Frezza, Brancato, …). Qui si possono scaricare gli MP3 degli interventi. Secondo me la lettura del cavaliere oscuro di Miller fatta da Ruggero Eugeni è molto bella.

Annunci

32 pensieri su “

  1. Avessi tutti questi sghei per acculturarmi un po’.
    sono entrata in un negozio di Rap con tanto di cose firmate e vinili di Eminem e vari, sotto c’era un outlet e sono andata a vedere, che prezzi!
    Ho chiesto a dei ragazzini, ma dove li prendete tutti questi soldi! Lo so non ho un rapporto erotico con il denaro ed è una delle tante mie fisse.
    baci
    come cacchio mi firmo?
    Franca Rame ( x conto di Soccorso Rosso )

  2. I ragazzini guardavano dei cappelletti di lana, e mi hanno chiesto il prezzo di uno a cui mancava l’etichetta (non mi avevano riconosciuto, pensa mi avevano preso per la commessa, a me! ), hanno solo fatto un espressione col viso e capo chino come per dire: effettivamente!
    Baci P.
    Franca

  3. il disco nuovo di Daniele Sepe: “una banda di pezzenti”. Non riesco a trovarlo.

    be grateful for little mercies

  4. Pensavo a Segar: trova il tempo di indagare il contributo della diaspora ebraica al fumetto americano.

    Poi: pur amando molto sia i fumetti che Israele, ignoro tutto del fumetto israeliano. Mi puoi aiutare?

    Cretto

  5. Cretto: conosco solo gli actus. Sono nati a metà degli anni 90 col nome actus tragicus e dopo un po’ il tragicus è caduto. Sono 5 israeliani che si autoproducono pubblicazioni in inglese (a Milano si trova qualcosa alla borsa del fumetto – il segreto, se cerchi qualcosa che non sia esattamente mainstream, è chiedere a Eleonora che è l’unica lì dentro che può avere un’idea seppur vaga di dove possa essere l’oggetto).
    Sul loro sito http://www.actustragicus.com si parla di un’antologia uscita per Top Shelf.

    Le (poche) cose che ho visto non mi sembrano memorabili.

    Baci
    P.

  6. beh, non è proprio israeliano ma c’è il libro Palestina di Joe Sacco, un sacco bello

    cerebro fo

  7. Malta è una reppppubbbblica fondata dai crociati che erano stati cacciati da cipro dai turchi cattivi

    cerebro fo

  8. pnsavo:
    non sarà che Ahmadinejad, il presidente del iran parlava della loro supremazia rispetto a israele rispetto ai disegnatori?
    satrapj, sadat, ecc.
    dunque ‘cancelleremmo israele della mappa’ nel senso della mappa del fumetto?
    Mahammed Ismail Celehb Rohles

  9. non ho letto ancora niente. Ma “ho visto le figure”. E sono anche contento, perchè beh, ci fanno una bella figura.

    Sul canone c’è infatti ancora molto da fare e da dire. Ancora un po’ che aspettiamo, per esempio, e un Alan Moore diventa Beato. Il Padre Pio dei supereroi-fan. E così, se qualcuno non si scatena un po’ di più, resteranno solo lui o cose – pur eccellenti – come il suo Watchmen a illuminare il canone. E a schiacciarlo impietosamente sugli ultimi 20 anni.

    Per me anche i post sul tuo blog sono un gesto molto bello. Servono: “sicuri che a forza di Storie del fumetto stereotipate, non ci siamo persi per strada qualcuno?” E che a forza di celebrare gli Antonio Terenghi ci dimentichiamo i Frank King e non solo?

    Fra 40 anni, quando sarai defunto, piallato dal peso della libreria, qualcuno di noi potrà scrivere: “Per non dimenticare”

    grazie

    mat

    PS
    tranquillo, un oracolo mi ha detto che la tua aspettativa di vita è più lunga. Non della mia però, e nonostante le corna che mi hai appena tirato 😉

    PPS
    l’oracolo mi ha detto però che spera non sarai piallato dalla libreria piena di Zakimort e Lando. Non si sa quindi se avrai salva la dignità

  10. Ciao Paolo,

    sono un pò presa, più che altro a chiacchierare in giro per strada e
    oggi fà parecchio freddo. molto bello il marlowe, bogart, chandler. La
    familia Addams il film con Raul Julia e Anjelica Huston, lo stesso del carcere in Brasile insieme a William Hurt e Sonia Braga nel Bacio della Donna Ragno.
    Dolcissimo l’elefantino. Mi hanno sempre detto che gli elefanti riprodotti devono avere la proboscide all’insù ( scaramanzie),ma poi vedo che questo è particolare ( sto studiando, sono appena arrivata a John Tenniel. Oggi ho messo su un
    oggetto indiano , anello e bracciale con sberluccichini a triangoli
    che coprono il palmo della mano, tutto di alluminio, che mi ha regalato
    una signora che era al tavolo accanto al nostro da un cinese, e mi ha detto: -così ogni volta che lo mette si ricorderà di me”.
    puoi chiedere alla d.ssa Paola Micol Frighieri, se ha bisogno di una
    badante, che al super va a piedi, alla pari?, così mi insegna a vivere
    a parlare a curarmi! Sono troppo gelosa e già dalle prime letture dei
    commenti su Canicola sia raffaella che stressmatica poi pmf che
    dovrebbe essere Milim, (sto dormendo troppo poco), mi hanno dato sui nervi. E con me ci è andata piano e criptata, ma ho letto dei commenti dove con i suoi giri di parole ha dato delle puttane, senza mezzi termini, a ragazze che giustamente non l’hanno neanche presa in considerazione, adesso poi è anche tra i nomi dei ingraziamenti di Canicola 2, potrei morire! Adesso anche cerebroleso va a comprare il pollo per seguire la gonnella di raffaella e non ho più speranze! Vedi che allaVedi che alla
    fine sei diventato il mio confessore? c’hai già una piccola rubrica. Oh Dio! quelle smorfiosette e misogene. Neanch’io scherzo in quanto a veleno sulle donne, siamo le peggiori nemiche di noi stesse. Mi ero dimenticata tra i miei mancanti preferiti, Barbara Alberti, e Vanna Marchi.
    Ciao Paolo, un bacio alla famigllia, quella d’origine e quella allargata.
    Cuore di pomice, penso che i fumettisti siano tutti un po’ furbetti.
    Gipi si è ritirato da questa mischia di comari di case di ringhiera o
    bassi napoletani.
    A bien tot
    Mars

  11. Ciao Marcela,
    io misogeno non sono neanche un po’.
    a me mi stavi simpatica.
    peccato che la pensi così.
    ciao
    raffaella

  12. Anche nei ringraziamenti del n.1, Mars, controlla.
    Paola Micol Frighieri,
    pmf,
    Paola come pa(r)ola,
    parole come i tre nomi paola micol frighieri,
    parole, in ebraico: milim
    milim, ebraico come è ebrea Micol.
    D.ssa……non l’ho detto io e non saprei COME fumettarlo con i precedenti.
    Shalom,
    milah

  13. ahhhhhhh, ho dimenticato Stressmatica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    La matica dello stress.
    Lo stress in quanto vocal stress, linguistico, logico e perciò matematico.
    Non c’è dottorato per lo stress perchè non è facoltativo.
    goooglare le facoltà universitarie per credere.
    C’è sempre qualche parrocchia disposta ad accogliere nuovivecchi credenti.

    Gentile maestrino basic,
    ti chiedo scusa per l’invadenza dei miei eteronimi, ma non potevo permettere che tu, così pregevole nelle tue scelte letterarie, venissi ridotto ad agenzia interinale che è il peggio dello sfruttamento selvaggio del lavoro dei giovani, il capitalismo sia riuscito a produrre.

    milim

  14. No, ma vi prego… Continuate pure. Dal canto mio ho finanche diversità a capire cosa sia un eteronimo (qual e’ la differenza tra eteronismo e pornografia?)

    Dov’è A:N:I:M:A:L quando serve?

    Baci
    P.

  15. raffaella se sei davvero un omone peloso sei bravissima a fare la parte della ragazzuola.”mi eri anche simpatica ma mi dispiace che la pensi così” troppo buona, ma io non la penso, ho espresso in piena sincerità le mie sensazioni, le cose che mi hanno disturbato. l’attegiamento melenso (che se davvero provengono da un omone mi sembra un ottima interpretazione e anche uno sberleffo a un atteggiamento femminile abbastanza corrente di voler attirare il maschio)

    pmf io non la capisco affatto, voglia perdonarmi, siamo su diverse lunghezze d’onda, evidentemente non riesco a farmi capire e faccio troppa confusione scrivendo quello che provo come se stessi parlando a me stessa, capendo solo io quando scherzo e quando parlo sul serio. non conosco i diversi linguaggi immediati del fumettare delle faccine e del voler essere i primi della classe.

    Gelosie di e tra donne, e non mi tiro fuori da queste reazioni così umane, sono stata io a raccontare le mie e ad affermare che sono, secondo me, alcune delle cose che ci impediscono la solidarietà tra donne e di far sì che il l’evoluzione del mondo così veloce, sia sempre più lenta al femminile, che la positività che è insita nella femminilità spesso la usiamo per competere fra di noi e aggradare al maschio e competere anche con lui, cercando di somigliargli sempre di più e cercare la sua complicità.

    mi piace leggere non c’è da litigare, gioiosità. pensare che il lato femminile dei maschi riesca a venir fuori, ognitanto, poi bisognerebbe sentire ciò che realmente c’è dentro ognuno di noi.

    Dopo questa prolifica confusione, l’unica frase che è la mia attuale sensazione è che mi sono stancata e ho perso interesse in tutto ciò.

    I “colti restano colti” ( a loro dire) e la gente comune resta fuori.

    p.s.: oggi ho visto un lupo, meraviglioso! in pieno centro di milano, l’ho baciato è stato bellissimo. e ho visto anche mancini che andava verso una festa allo chandellier, sempre carino ma sempre più attapirato.

    cerebrokaiser
    per favore non cominciare con la minchia…

    buonanotte
    mars

  16. chissà se omome o melensa adescatrice…in ogni caso nessuna gelosia o competizione.
    ad esempio Milim mi è sempre piaciuta sin da quando era stressmatica.
    amore (quasi) a prima vista.
    e adesso torno a fare la gatta morta.
    saluti
    raffaella

  17. Que mi dedito lo cogió una almeja
    y que la almeja se cayó en la arena
    y que la arena se tragó el mar.
    Y que del mar le pescó un ballenero
    y el ballenero illegó a Gibraltar:
    y que en Gibraltar cantan pescadores
    ‘Novedad de tierra sacamos del mar,
    novedad de un dedito niña,
    La que esté manca lo venga a buscar’
    Lucila Godoy y Alcayaga

  18. Siccome causa nebbia devo aspettare un’altra settimana per la visita, continuo con le mie intromissioni.
    Nulla è farina del mio sacco, e non voglio sputtanare nessuno quando nella più attenta lettura di questo blog prima che io lo frequentassi, ho trovato alcune cosine, magari mie elucubrazioni, non avendo la più pallida idea di chi possa essere chi ( non si è capito una mazza). Non mi riferisco a te Paolo.
    Il lupo si chiama Silver, l’ho rivisto ieri ma ormai mi conosce e non ama le smancerie, è conosciuto come lupo siberiano, ma viene dalla ex Cecoslovacchia. Oggi ho fatto fuori un bel pò di pane secco, non butto via niente e soprattutto il pane, ho fatto un polpettone di trita di tacchino ( chissà l’aviaria! ), io continuo a comprare pollo, uova e carni bianche. Poi la torta di pane, mi hanno dato la ricetta in 2 panetterie diverse, e mi resta da grattuggiarne un pò per smaltire la grossa scorta che ancora ho, qualcuno mi ha detto che mister michetta vuole aumentare ancora il prezzo del pane a Milano, come se già non costasse una follia. Da 2 giorni faccio la pazza in giro per l’aumento del latte fresco da settembre dovunque (auchan, esselunga, unes e non parliamo della coop qui a Milano dove il granarolo ha il prezzo più alto di tutti i sopranominati). non posso cadere nel doppio senso… Seguendo con il pranzo domenicale è stato troppo fare anche dei conchiglioni con ricotta, e poco, giuro, poco gorgonzola e mascarpone, ma appunto è domenica, c’è il blocco del traffico, fà freddo, ci si riposa e la lattuga era pronta da condire ma è rimasta lì.
    Buona domenica a chi è in giro o ha meglio da fare di questa playstation per vecchietti, e leggerà domani. tengo a puntualizzare ed è una della mia rottura di coglioni al prossimo, per chi mi conosce bene, che parlo sempre per me e di me, tranne che quando si riesce a capire che sto parlando di qualcun altro.

    Baci
    Mars.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...