Blog: 2 o 3 cose che ho capito di loro 

 

1. Il blog non è né un diario né un giornale. E’ un palco costruito per confrontare le dimensioni dell’ego.

2. Il blog non vuole comunicare niente. Desidera divenire ambiente. C’è il salotto, la palestra, il laboratorio e il parchetto.

3. Quell’ambiente alla fine ci assomiglia. Il fatto che il mio si sia riempito di anonimi spesso rissosi dovrebbe farmi capire qualcosa.

Annunci

30 pensieri su “

  1. + che la sarandon secondo me era:

    giuliana calandra
    in ‘così come sei’ di lattuada.

    vedi che la tua infanzia dentro i cinema messinesi t’ha foraggiato d’una vasta cultura t’ha foraggiato.

    cerebroleso

  2. Un po’ mi deprimono, Boris.
    E’ consapevolezza. Sospetto che sia un limite del mezzo. Il blog è una cosa fatta così. Un palco sul quale mettere in scena l’ego (ce l’ho più grande io! ce l’hai più grande tu!).

    Settimana scorsa c’è stato un tafferuglio pesante nella finestra dei commenti (l’affaire “igort contro tutti”) e ho avuto la sensazione che la maggior parte dello scontro sia stato legato a rumore di fondo (se c’è lo stereo a volume altissimo, il ladro può agire con meno preoccupazioni).

    Un paio di giorni fa intendevo parlare di Shoah, e nonsologeomangio è intervenuta con un commento sicuramente discutibile e probabilmente poco comprensibile. A me viene da chiedermi perché Vimercati non le abbia chiesto “cosa cazzo volevi dire? Quello che dici mettono ha margini di inerpretazione che metono in cattiva luce la tua intelligenza”.
    Probabilmente perché chiediamo chiarimenti solo a quelli cui riconosciamo lo status di bipedi senzienti. Che un idiota parli è inutile, talvolta dannoso. (molto civile – e condivisibile – mi è parsa la risposta di milim).

    Perché danielalami nel commento #1 spara una sentenza del tipo “d’accordo solo in parte”?
    Detto così mi è indifferente. Non cerco appartenenza (neanche adesso a una decina di settimane dalle elezioni). Sapere che ho una parte di pensiero in comune con Daniela non mi fa sentire meglio. Mi interessa sapere su cosa non è d’accordo. Perché i commenti sono attivi (potrei selezionare l’opzione di disattivazione) solo perché cerco il dialogo.

    Ciao
    P.

  3. ecco vedi Spari.
    adesso io leggo il tuo commento e mi vengono in mente tre riflessioni.
    Però non ho tempo di articolarle.
    potrò farlo domani sera. con comodo. però quando tornerò qui per pubblicarle sarà troppo tardi. altri post, altri commenti,altri tafferugli.
    allora?
    ti mando una mail?
    vabbè allora ci vediamo davanti a una birra e ne discutiamo, ma a questo punto diventa una chiacchierata privata, non una cosa pubblica.
    è questo il limite del blog. bisognerebbe poterci legare dei forum di discussione.
    avrei anche da dirti sulla querelle Igort contro tutti e sul rumore di fondo, ma non voglio tediarti.
    eppoi non riesco così, tra una telefonata e l’altra…
    sciao
    boris

  4. ci vuole + ascolto del vicino, ci vuole!

    Mano rubata  (regista) Alberto Lattuada 1989
     
    Una spina nel cuore  (regista) Alberto Lattuada 1986
     
    La cicala (2)  (regista) Alberto Lattuada 1980
     
    Così come sei  (regista,attore) Alberto Lattuada 1978
     
    Oh! Serafina  (regista) Alberto Lattuada 1976
     
    Cuore di cane  (regista) Alberto Lattuada 1976
     
    Le farÀ da padre  (attore,regista) Alberto Lattuada 1974
     
    Sono stato io  (attore,regista) Alberto Lattuada 1973
     
    Bianco rosso e…  (regista) Alberto Lattuada 1972
     
    Venga a prendere il caffã… da noi  (attore,regista) Alberto Lattuada 1970
     
    Fraulein Doktor  (regista) Alberto Lattuada 1969
     
    L’amica (2)  (regista) Alberto Lattuada 1969
     
    Matchless  (regista) Alberto Lattuada 1967
     
    Don Giovanni in Sicilia  (regista) Alberto Lattuada 1967
     
    La mandragola  (regista) Alberto Lattuada 1965
     
    Il Mafioso  (regista) Alberto Lattuada 1962
     
    La steppa (1)  (regista) Alberto Lattuada 1962
     
    L’imprevisto  (regista) Alberto Lattuada 1961
     
    Lettere di una novizia  (regista) Alberto Lattuada 1960
     
    La tempesta  (regista) Alberto Lattuada 1958
     
    Guendalina  (regista) Alberto Lattuada 1957
     
    Un eroe dei nostri tempi  (attore) Mario Monicelli 1955
     
    Scuola elementare (1)  (regista) Alberto Lattuada 1954
     
    La lupa (1)  (regista) Alberto Lattuada 1953
     
    Amore in citt⁄  (regista) Federico Fellini , Carlo Lizzani , Francesco Maselli , Michelangelo Antonioni , Dino Risi , Cesare Zavattini , Alberto Lattuada 1953
     
    La spiaggia  (regista) Alberto Lattuada 1953
     
    Anna (1)  (regista) Alberto Lattuada 1952
     
    Il cappotto  (regista) Alberto Lattuada 1952
     
    Luci del variet⁄  (attore,regista) Federico Fellini , Alberto Lattuada 1951
     
    Il mulino del Po  (regista) Alberto Lattuada 1949
     
    Senza piet⁄  (regista) Alberto Lattuada 1948
     
    Il delitto di Giovanni Episcopo  (regista) Alberto Lattuada 1947
     
    Il bandito  (regista) Alberto Lattuada 1946
     
    La freccia nel fianco  (regista) Alberto Lattuada 1945
     
    Giacomo l’idealista  (regista) Alberto Lattuada 1943

    ____________________________________________________________

    ho scoperto un disegnatore/caricaturista dell’inizio secolo che si chiama César Abin, ma in rete c’è un cazzo: straordinario!!!!!!!!! le pinture non erano un granché ma le caricature di artisti e galleristi parigini ahhhhhhh!

    cerebroleso
     

  5. caro sparid’inchiostro:
    ho rifflettuto a lungo, e penso che il tuo problema sia insito nella communicazione unidirezionale e autoritaria. cos’è questa roba che solo tu poi postare nel tuo blog? ma roba che + fascista di così si muore, repubblicchino, nazista meghelico che non sei altro! in + non ci guadagni niente, per forza che ti deprimi. propongo di commiciare coi post a pagamento. domani mattina ti spedisco tre immagini del grande César Abin da postare unaaffianco all’altra come un trittico di bacon.
    Facciamo 1,25 € a immagine? Mi fai la fattura di 3,55 € e lo posti. Io ho già il commento brillante bello pronto da mettere subito sotto, tu guadagni un po’ di soldini, e in + fai bella figura. cos’altro vuoi?

    a domani
    cerebroleso

    ps, ahh, dimenticavo, vedrai che bella scansione senza pixel che ti faccio, vedrai, vedrai.

    pps, ed smettila con quei film di lattuada, anacronico!

  6. “Facciamo 1,25 € a immagine? Mi fai la fattura di 3,55 € e lo posti”

    3,55 €?

    1,25 € x 3 = 3, 75 €

    Signore Spari Inchiostro, io fosse lei, io chiamare commercialisti.

    Adolf Feininger

  7. La questione dell’anonimato.
    Quien sabe?
    Non sono esattamente anonimo, visto che dico chi sono più spesso dell’uomo ragno nel film di raimi.
    La questione è connessa al fatto che ho un mestiere (uno di quelli onesti e rispettabili che ti costringono a tenere le terga su una sedia da mane a sera). Quindi evito di mettere il mio nome in testata (sono vecchio e continuo ad associare il 27 del mese al mantenimento dei vizi e dei figli – ordine casuale). Però ho un indirizzo di posta elettronica e rispondo (quasi) sempre. Quindi si riesce a risalire a me.
    E tu, anonimo, perché sei anonimo?

    Ciao
    P.

  8. beh… la verità… è che sono anonimo perché ho avuto una infanzia molto difficile… tu… beh… sì… tu sei… (forse)… troppo signore per capirlo.

    Anonimo

  9. può anche essere letta come istigazione al suicidio, perseguibile a tittolo di legge con pene da 6 a 8 anni.

    comunque, spari, se vimercati dovese convincerti, mi piacerebbe che tu facccesssi harakiri (che poi i giapo dicono sepuku).
    Immagina i titoli di Libero:

    “BLOGHER FA HARAKIRI PER ALZARE NUMERO DI CONTATTI!
    C’è un problema communicazione nella rete? Dove stanno andando i nostri giovani?”

    cerebroleso

    ps, finisci il canone fumettistico, prima!

  10. n
    n
    n
    n
    non n n n

    m
    m
    m
    m
    mi
    ssssembbbb
    rrra

    ci
    ci
    ci
    ci

    s
    s
    s
    s
    siano

    p
    p
    p
    p
    a

    a
    a
    a
    arti
    cccc
    o
    l
    a
    r
    i

    p
    p
    p
    robbbb
    lemmmm
    mi

    dddi

    c
    c
    c
    c
    o
    m
    m
    m
    m
    unnni
    ccca
    zzz
    i
    o
    nnne

    ii
    i
    i
    i
    n

    q
    q
    q
    q
    q
    u

    e
    e
    e

    s
    s
    t
    o
    ooo

    blog h

    Anonima

  11. Ma anche se uno proprio non è disposto a fare harakiri (mettiamo di trovarci davanti ad un signore davvero testardo), è buono sapere che esaminando le testimonianze geologiche della Terra, appare che all’incirca ogni 30 milioni di anni si è verificata una grande estinzione nelle forme viventi terrestri. La più conosciuta di queste estinzioni è naturalmente quella dei dinosauri, avvenuto all’incirca 75 milioni di anni fa. Secondo quest’ipotesi, tra circa 15 milioni di anni sarà tempo per la prossima estizione di massa. Sepuku o non sepuku.

    cerebroleso

  12. Un giorno tutti voi vi troverete in una stanzetta con una guardia delle finanze che vi leggerà TUTTI i vostri commenti in rete e vi si chiederà di rispondere.

    Blogher

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...