E’ bene che qualcuno lo dica. Andare ad Angouleme è una faticaccia.
Mercoledì: mi inscatolo nell’auto con due amici (ma cinque giorni di convivenza coatta hanno messo l’amicizia a dura prova). Dodici ore e mille chilometri dopo, abbiamo trovato un parcheggio, una casa e un posto dove cenare.
Giovedì: inizio a girare e a spendere. Stand e mostre mi scorrono sotto gli occhi. Di sera mi infilo nel teatro gremito in cui avverrà la premiazione, vedo Gipi salire due volte sul palco e mi commuovo. Poi ceno con amici. Da casa, Patrizia mi informa che sta nevicando.
Venerdì: ancora stand e CNBDI (centro nazionale del fumetto). Il museo è molto bello, la biblioteca mi stupisce e le mostre sono ottime. Scendendo le scale, incrocio Paolo Bacilieri che – con faccia molto soddisfatta – mi dice: “Sto proprio bene. Ho visto una bella mostra!” (si riferisce alla personale di Guido Buzzelli). Nel negozio del CNBDI, Michele compra 30 chili di libri per il Centro Fumetto Andrea Pazienza. Mentre arranchiamo schiacciati dal monolito di carta alla strenua ricerca di un taxi, in uno spazio mostre un po’ inatteso troviamo una mostra ricca e bellissima di George Pichard. Sto proprio bene. Di sera rinuncio al concerto di disegno (la realizzazione in presa diretta di una storia a fumetti al ritmo delle musiche suonate da un’orchestra di cui dicono un gran bene) per andare a cena con amici che incontro raramente. Dopo cena mi attende una serata da viveur. Non ho il physique du rôle: capitolo di fronte alla festa di Glenat in una discoteca in cui stanno massacrando la mano negra, mixandola con un insulso rapper francese. Al telefono Patrizia mi dice che il nord Italia è scomparso sotto una spessa coltre di neve.
Sabato: nevica anche ad Angouleme. Rischio l’osso del collo un sacco di volte, mentre mi trascino verso gli ultimi stand. A mezzogiorno sono esausto. Durante il pomeriggio visito tutti gli spazi che ancora mi mancano (ho una mappa della città da cui cancello gli spazi in cui sono già stato). Dopo una cena con amici, mi trascino fino al letto e lì stramazzo.
Domenica: Altri mille chilometri e altre dodici ore di macchina. Il bagagliaio è pieno di fumetti che vorrei leggere e sono costretto a rimanere in un abitacolo inospitale con due loschi individui che vogliono solo ascoltare la radiocronaca delle partite di calcio.

47 pensieri su “

  1. Tutto sommato ti è andata bene, se fossi stato in macchina con me ti avrei letto integralmente il primo volume dei Canti del Caos e saresti svenuto perché non hai il fisico!

  2. Questa faticaccia e i due amici, fa maliziare su un tuo aver letto la mappa di Angouleme con la g tendente alla c e con un trascinamento vocale tra la a la n, ahahhhhahhhhhhhh

    milmilmil

  3. … e intanto taddei corre sulla fascia. si avvicina in percussione il difensore che però viene agevolmente saltato. il buon rodrigo alza la testa e vede smarcato in area mancini. parte il cross. ma mancini perde il tempo e la squadra avversaria recupera…
    riparte l’azione e…
    GOOOL GOOOL
    Ancora il Parma, che si riporta in vantaggio con…

    sandro ciotti

  4. dicono sia proprio vero
    l’hanno vista lei e fidanzato a comperà vestitini per bimbi

    cerebroleso

    ps, com’è andata con matticchio?

  5. CMX: su quella macchina c’eravamo io, il mio amico Michele Ginevra e il mio amico Simone Romani. Il mio amico Igor Tuveri è arrivato in treno da Parigi un paio di giorni dopo. Lì c’erano un sacco di altri miei amici e non elenco per decoro e per elementari questioni di privacy. ma, suvvia, eravamo ad angouleme, da qualche tempo nota come little italy, e c’erano un sacco di italiani che si interessano di fumetti. C’eri probabilmente anche tu e magari stavi cercando di rifilare la tua ideuzza stitica con fatine gnomi e troll a soleil.
    Un po’ di decoro, per dio. Di’ chi sei!

    Cerebro: com’è che sei così aggiornato sulla gravidanza della lopez? compri novella 2000 o sei stato dal parrucchiere?

  6. MESSAGGIO PER GIPI

    caro testa di rapper,
    se passi di qui e leggi questo vai in edicola e compera il cd che danno con panorama: ‘Io ti salverò’ il ultrabellissimo e camp film di hitchcock. guardalo. intorno alla mezzoretta di film gregory peck dice di essere te (mi sembra, anche se sono un po’ sordo, ma sono quasi sicurissimo), lo dice due volte mentre si guarda allo specchio. forse lo fa perché sa che hai vinto i premi e si vuol prendere i tuoi meriti, ma secondo me dovresti vedere il film e prendere azione legale e dire: gregory peck non è me, io sono io e lui non è gipi. anche se a guardare bene le orecchie di gregori non sono molto più piccole delle tue. non è che sei gregory peck?

    cerebroleso

  7. Sparid’inchiostro,
    non mi dica che il sistema riproduttivo della Jennifer Popez lo lascia indifferente.

    Carlo Azeglio

  8. quanto te la tiri!
    tu i libri soleil non li leggi. e sei uno stronzo pieno di merda che si perde alcune delle cose piu’ interessanti. tra tutte skydoll di barbucci e canepa.
    lancio un concorso.
    indovina chi e’ cerebroleso
    1 gipi
    2 fabio negrin
    3 giacomo nanni

    io lo so!

  9. CMX, ancora lì a dir che le melanzane possano andar bene per il mussaka con besciamella e ragout, sia fritte che grigliate?

    milmilmil

  10. minuscolo cmx, sei un vero umorista. Continuo a pensare tu sia un cretinetto giocoso incapace di fare scherzi (ma anche così non fosse non potrei augurarti alcun male, ché già sei costretto a convivere con te stesso).
    Lancio una nuova ipotesi.
    Cerebroleso è come wu ming.
    uno pseudonimo collettivo sotto cui si nascondono il toscano pacinotti, l’emiliano nanni, il veneto negrin, il sardo tuveri, il siciliano interdonato e chissà quanti altri…

    Smettila, va!

  11. Io ci sono stato l’anno scorso ad Angouleme. Avevamo anche lo stand nella zona indipendenti con inguine.net. La fiera è abbastanza bella, io personalmente la trovo però un pò noiosa, sembra che tutto sia dovuto… Non si capisce perchè molti italiani si facciamo 1000 km per vedere le stesse facce che si vedono in qualsiasi fiera italiana. Escluso per chi ci va per lavoro naturalmente… I libri che si trovano lì si trovano su tutti i siti delle case editrici… anche per gli appassionati è quasi inutile. Le belle mostre di fumetti sono anche qui in Italia. Non è che si è creata solo molta mistificazione in proposito?

  12. lo so che sono un fake… esprimevo solidarietà, ma costantini qua sotto che fa? rosica?

    cerebrofake

  13. ciao Milim! abbraccissssssimo anche a te,
    ma sarà mica davvero Negrin????
    padre di famiglia in effetti lo è….
    però no dai, non ci credo.

    raf

  14. ma si che lo sei Jennifer…
    avremmo dovuto immaginarlo da quella parola con la tripla erre che c’è su Fumo negli occhi.
    e invece solo cmx ha capito

    raf

  15. il vero scoop di oggi però è che gipi è in realtà gregory peck.
    chi mai l’avrebbe detto?

    cerebroleso

  16. ro|si|cà|re
    v.tr. (io rósico)
    1 CO intaccare o corrodere legni, pelli e stoffe: il vecchio cofanetto era tutto rosicato dalle tarme
    2 BU mangiare a poco a poco, rosicchiare: r. una mela
    3 CO fig., iron., guadagnare, ottenere qcs.

    Tullio De Mauro

  17. Caro Tullio io non so minimamente chi tu sia. Io non rosico un bel niente non saprei proprio che mela rosicare… Tu cosa intendi. Io parlavo solo di quello che avevo provato ad andarci… Come mai nessuno parla mai di quanto sono belli i festival di Lucerna oppure Atene? Oppure Pancevo? Sicuramente tutti più belli di angouleme.

  18. come nessuno?
    e io chi sarei?
    che vado da anni in giro a dire che quello di Lucerna è l’unico festival che valga veramente la strada.
    sbaracchero il piccolo ufficio propaganda che alberga in me.

    comunque: non ho capito niente.
    mi riassumete chi è chi in questa storia?

    sciao
    boris

  19. Faccio io il riassunto.
    Sembrerebbe che jennifer Lopez sia incinta (ma lei dice di no), gipi sia Gregory Peck (ma quelle iniziali dovevano insospettirci), cerebroleso sia Fabio (?) Negrin (ma non era Igort?), cmx sia un coglione (ma non era un coglione?) e inguine.net sia Costantini. Secondo me Tullio De Mauro è un fake (come direbbe cerebroleso). Inoltre milim sta facendo una battuta su angouleme/inculem che nessuno dà segno di apprezzare. Viviamo tempi interessanti.

  20. Mi chiamo Lopez, Jennifer Lopez
    e faccio la stella del cinema.
    Voi vi chiederette come mai sono qui a fare le pulizie della mia villa di Malibu invece che spaparanzata nel mio lettone ad acqua o in piscina, ma io vi dico che non voglio perdere il contatto con la vita reale, con le persone di tutti i giorni che lottano per arrivare alla fine della giornata, e hanno quei televisori piccoli piccoli.
    Per far brillare i vostri pavimenti di marmo usate soltanto un panno bagnato in alcool, e vedrete che bellezza.
    ciao
    Jennifer
    ps, è solo un piccolo ritardo.

  21. ennò, eh, non sono mica mie le battute inapprezzate.
    Che angouleme sia anculeme l’ha figurato Wolinski con la sua donnamostroculo (Jennifer Lopez?)
    e tu, spari, dicendola una faticaccia (un’inculata).
    Lasciate stare il De Mauri e vedetevi un po’ goule, goulée, goulet, goulotte, in francese.

    milmilmil

  22. … a propossito d’angouleme, ieri vedevo che tempo che fa di fazio

    ivano fossatti che come batterista ha il figlio. sì, il figlio, che se il padre lavorava al ministero delle poste sarebbe andato a lavorare al ministero delle poste anche lui
    (+ o – come l’altro guru di sinistra janacci&son)
    cantava una canzone merdosa chiamata la democrazia o qualcosa così
    umberto eco forse fututo senatore ds, che l’unico che riesce a dire è: la storia sta tornando indietro, signora pina!
    la lettizzietto che è il rovescio della medaglia della volgarità televisiva di destra, le stesse tette, culi e cazzi.

    voterò silvio, ce lo meritiamo.

    cerebrodepressso

  23. ne ha dette di cazzate ieri il semiosantone… la più grossa quella sulla maleducazione dell’ateo che bestemmia… e offende le altrui divinità… dai!!!
    eppure sul manifesto avevo letto (venerdì mi sembra) deliri simili…

    possibile che fanno di tutto per farmi diventare simpatico boselli?!

    non votarli mai
    viva l’anarchia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...