Agrodolce…

Faccio a pezzi dei petti di pollo (li taglio a cubetti, cioè). Li faccio saltare in padella con un po’ di olio. Aggiungo quattro o cinque cucchiai (grandi e colmi) di miele e lascio cuocere a fuoco basso e coprendo la padella. Dopo una decina di minuti aggiungo cinque o sei cucchiai di salsa di soia, una manciata di pinoli e (se ce l’ho) un po’ di uva sultanina. E lascio andare per altri dieci minuti, facendo anche un po’ asciugare.
A parte, ho fatto bollire del riso (uso del parboiled per cui sarebbe sufficiente una dozzina di minuti). Lo lascio scuocere leggermente (15 minuti invece dei canonici 12) così mantiene la forma.
Riempio una ciotola di riso e la rovescio sul piatto come fosse una formina da sabbia. Attorno adagio il pollo e verso un po’ di sugo sulla forma di riso. Servo e attendo fiducioso i commenti dei figli. (Chiara, quando le ho fatto vedere che mettevo il miele e poi la salsa di soia sul pollo, ha maturato un sacco di pregiudizi, che poi sono – fortunatamente – caduti).

Annunci

13 pensieri su “

  1. apro una petizione per l’edizione in volume delle tue ricette.
    il titolo potrebbe essere:
    Spari in cucina
    sottotitolo:
    50 (per dire) ricette facili per vivere felicemente

    uscito il libro, propongo una sagra, tipo Spari in festa, dove si propongono le tue ricette e naturalmente stand di fumetti e performance di autori.

    ho fame!

    micgin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...