Per punti

Tagliare lungo la linea tratteggiata

1. Ho letto Leggimi forte di Rita Valentino Merletti e Bruno Tognolini e ho un dubbio. Un altro. E’ che di mio sono meno elastico del tungsteno e, invecchiando, divento pedante. Mi chiedo: ha senso un libro, che nelle librerie viene esposto (poco) tra quelli di pedagogia e che spiega a genitori che non leggono come far leggere libri ai figli? Secondo me, poco. Specie poi se quando lo si legge si scopre un volume fitto fitto di banalità. Veramente qualcuno che non è già un lettore forte e non si interessa (magari anche marginalmente, come me) di pedagogia della lettura può voler leggere quel libro? “Mi scusi. Vorrei un libro per far leggere mio figlio. Anzi no… una DVD”. Se poi, come me, l’hai già comprato (9 euro, Salani), salta il quarto capitolo e risparmiati la tua dose quotidiana di sconforto e noia. Valentino Merletti, che è una signora che si occupa di pedagogia e letteratura per l’infanzia (talvolta anche con perizia, il suo libro Mondadori sulla lettura ad alta voce non era male e su LiBeR a volte scrive cose interessanti), capisce pochissimo dei libri con le figure. Dei fumetti (e delle graphic novel – così, al femminile) anche meno.

2. C’è un blog appena nato che mi sembra interessantissimo. Ho aggiunto il link qui a fianco. Raccoglie recensioni di dischi e interviste a musicisti fatte da Marco Bertoli (l’ipofrigio). Noto nel suo blog un uso attentissimo dei (delle?) tag. Marco appiccica a ogni post una serie assai minuziosa di parole chiave. La barra di destra diventa così un indice analitico che consente di accedere a tutti i post che si riferiscono a una singola parola chiave. Avevo capito che i tag dovessero presentarsi come un indice delle rubriche (o delle ossessioni) del tenutario del blog. Dopo un po’ di tentativi mi sono accorto che non sono capace di usarli e da un po’ li evito. Servono? Se sì, come preferisci che li usi? (Incredibile! Sto facendo il referendum dei lettori!)

3. Mia moglie ha riesumato la nostra radiosveglia. Perché lo abbia fatto non lo so. Tanto mi sveglio prima io (e uso una di quelle odiose cose che fanno BIBIBIP), preparo la colazione e poi la chiamo. Forse non si fida. Comunque, dicevo della radiosveglia. Stamattina, mentre mi infilavo le calze, ho risentito La donna cannone di De Gregori. Erano anni che non mi capitava. E non ne sentivo neanche la mancanza. Però mi sono accorto che quella canzone è stata per me veramente sconvolgente. Magari ci sono migliaia di predecessori, ma per me abituato alla rima baciata (e alle magliette fine ascoltate dalle mie sorelle) questi versi in caduta libera, apparentemente impossibili da cantare, erano impressionanti. “Butterò questo mio enorme cuore tra le stelle un giorno giuro che lo farò e oltre l’azzurro della tenda nell’azzurro io volerò quando la donna cannone d’oro e d’argento diventerà senza passare per la stazione l’ultimo treno prenderà”. Probabilmente non ho capito nulla e ogni altra canzone di De Gregori che ho sentito mi è parsa un inutile ripetizione di questa. Però…

Annunci

4 pensieri su “

  1. Ho letto Leggimi forte di Rita Valentino Merletti e Bruno Tognolini e ho un dubbio.

    L’ho guardato in libreria. Ho l’impressione che voler insegnare come far leggere i figli a chi non legge sia pretesa pari a chi voglia insegnare come si amano i figli a chi non li ama.

    Non che il problema non esista. Ho fatto per anni l’insegnante e quanto spesso mi si presentava un genitore a lamentarsi che il figlio non leggesse: alla mia domanda “Ma lei, signore/a, che cosa legge?”, grande spalancar d’occhi e di bocche e cambiar discorso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...