Robert Altman

Annunci

5 pensieri su “

  1. Lo so, cazzo!

    Non c’è motivo al mondo perché la cosa doebba interessare i tuoi lettori (te, sì, per l’immeritata benevolenza che sempre mi dimostri), ma nel 1981 un ciclo TV dei film di Altman, curato dal critico Pintus che ne era un sosia e che nel frattempo si è purtroppo reso defunto, mi fece capire – a me che pure ero stato cresciuto fino a quel punto da una madre ossessionata dal cinema – che il cinema era qualcosa di più di un divertimento ma riguardava la vita.

    Anzi, nei casi migliori (Altman appunto) il cinema era come la vita, solo meglio, più ricco di senso, più generoso di possibilità.

    Chissà per quale ragione un sedicenne milanese la cui vita, all’epoca, era il pianoforte e quasi nient’altro, ebbe l’impressione netta, apocalittica, che Nashville, California Split, Mr Cabe and Mrs Miller, The Long Godbye, Brewster McCloud, Thieves Like Us, Three Women, A Wedding, Quintet fossero film che parlavano di lui, della sua vita.

    Hanno continuato a farlo.

  2. the long goodbye è il film al quale son più legato,ma stasera ho rivisto uno spettacolare e meraviglioso Gosford Park su rete4.come mai dal pianoforte ai profili di leghe di metallo?

  3. the long goodbye è il film al quale son più legato

    Noto (non è una cosa nuova) che Altman era un regista al quale gli ammiratori erano legati da un affetto intimo, quasi personale: oggi ho visitato due blog, nessuno dei due specifico di film, ed entrambi lo commemoravano senza parole, dunque sinceramente commossi (io sul mio qualche parola l’ho messa, solo perché non posso mettere immagini: splinder me ne impedisce perché non possiedo un telefonino). Sono sicuro che altri l’hanno fatto.

    The Long Goodbye è meraviglioso, soprattutto poi se uno ama i gatti.

    come mai dal pianoforte ai profili di leghe di metallo?

    Mah, starai pensando a qualche altro Bertoli. Io non so nemmeno con certezza che cosa sia un profilo di lega in metallo, non sono sicuro che incontrandolo lo riconoscerei.

  4. ammetto l’errore e chiedo scusa,intenzionale non fu.semplice assonanza con un altro nik.

    quellodiprimachenonhavogliadiriscrivereillink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...