Cinque? 

happy hour

Giacomo Nanni mi tira addosso una maledizione. Elencare cinque robe che non si sanno di me. Bho? Dico quasi tutto. Posso però provare a enumerare cinque desideri frustrati e inconfessati.

1. Vorrei essere vegetariano, ma non ne ho il coraggio.

2. Vorrei essere capace di abbastanza dedizione da mettermi a disegnare sul serio e non fare quegli sgorbi buoni solo a stupire la colleguccia carina.

3. Vorrei essere capace di maggior rispetto.

4. Vorrei sempre sapere cosa pensano gli altri di me (e di questa pulsione bassissima – che mi pare addirittura immorale – mi vergogno a dismisura).

5. La cosa che desidero di più in questo momento è sapere dov’è il mio migliore amico.

Sono fuori dalla blogosfera. Posso passare solo a ipofrigio, 403 e davizz  (e solo se passano da queste parti). A boris gliel’ha già attaccato giacomo.

Annunci

10 pensieri su “

  1. Ma questi sono cinque desideri, qualcosa di più circoscritto rispetto alla richiesta.
    5 cose che non si sanno di te, non cinque desideri.

    ci provo io:
    1) sei cintura nera di karate
    2) non sai nuotare
    3) ti commuovi spesso
    4) non leggi più romanzi
    5) ?

  2. Urka!
    #1, chi sei?
    Comunque
    5) Sto superando la mia avversione per la folla: Non vomito più dopo aver attraversato un mercato o una festa rionale.

    Sì, 403. Forse ti sei tradito

  3. comincio qui che per il mio post ci devo pensare bene:

    1) non sono cintura nera di karate
    2) so nuotare
    3) mi commuovo spesso
    4) non leggo più romanzi
    5) mai avuto problemi con le folle…

    beh… due su cinque, poteva anche andar peggio… e poi:

    1) io vegetariano lo sono stato per un breve periodo, poi il salume ha prevalso…
    2) anch’io vorrei saper disegnare, mi sono anche fatto prestare da lorenzo – a più riprese – “Disegnare con la parte destra del cervello”… purtroppo continuo a disegnare con la parte sinistra del culo (e non è un bel vedere)…
    3) sul rispetto mi pare di cavarmela bene (vado fuori dal seminato solo per amor di batutta, purtroppo non mi so trattenere, e in quei casi possono essere dolori)
    4) io penso che tu sia intelligente e simpatico, le cose tue che leggo, qui e altrove, spesso le trovo originali e pressoché sempre interessanti. Ti manca un po’ il dono della sintesi (che del resto, un po’, manca anche a me, mal comune…)
    5) quella che invece desidero io, in questo momento, è sapere dov’è la mia fidanzata (che, per la cronaca, ancora non conosco)…

    a proposito… parlaci un po’ di quella tua colleguccia carina…

  4. Passo eccome, eccome se passo.
    Stavo anche per cascare in un post fintamente autoreferenziale, ma preferisco di no.
    Perchè:
    1) Odio le catene di sant’antonio.
    2) Proprio non sopporto le catene di sant’antonio, e infatti non partecipo mai.
    3) Specialmente quelle via sms, ma pure a quelle via internet, non vorrei partecipare mai.
    4) io sant’antonio lo liberei dalle sue catene, lasciamolo libero ‘sto poverello.
    5) Grazie comuque a spari di aver pensato a me. Spero che ogni tanto passi anche a leggere il mio blog, che io ne suo ci passo spesso. Eccome se ci passo.

    Saluti,

  5. Grazie.
    E dovre chiudere, ma poi sono logorroico e continuo.

    403:la colleguccia carina non è un individuo. E’ un tipo. Di mestiere coordino gruppi di progetto e lei c’è quasi sempre.

    davizz: ci passo. solo che non sono capace di commentare. mi viene sempre di parlare delle immagini. per es sulla domenica bestiale hai messo un disegno “brutto” dal penthotal che secondo me è una delle cose più belle che abbia fatto. Pura efficacia per scatenare una storia. Altro che il cesello vezzoso (troppo spesso usato da paz) dei rompicazzo capaci di uccidere un racconto per perdersii nel proprio stile.

  6. la colleguccia carina non è un individuo

    be’… allora qualcosa in comune con la mia fidanzata già ce l’ha… 🙂

  7. Non sono insensibile al grido di dolore, ma sai che non ho capito bene che cosa mi chiedi?

    Comunque no, parlare di me è noioso anche per gioco. Se poi devo dire che cosa penso di te – è una parte del gioco, ho capito? – dirò che mi vai a genio, precisando che non ci siamo mai incontrati.

  8. Non sono insensibile al grido di dolore, ma sai che non ho capito bene che cosa mi chiedi?

    quanto sei deliziosamente poco a giorno dei fremiti che agitano la blogosfera… 🙂

    questo giochino imperversa da settimane fuori di qui (e io pensavo di essermela sfangata dati i miei pochissimi lettori!) e in realtà proprio di parlare di te ti si chiede… però la cosa resta ambigua… perché – per quel che ne ho capito – ‘sto giochino ha senso quando viene giocato su blog personali, in cui il tenutario non fa che parlare di sé e viene invitato a dir cinque cose che comunque i suoi lettori ancora non sanno.
    Visto che tu, nel tuo blog, parli solo di jazz e argomenti affini, trovare cinque cose di te che i tuoi lettori non sanno sarebbe cosa facilissima (e però pure inutile, a questo punto)… io mi trovo in una situazione analoga, pur non essendo il mio un blog così strettamente tematico. Tanto per dire i miei lettori non sono neanche tenuti a sapere come mi chiamo…

    Quello che mi sono immaginato io è di declinare questo invito in modo che si accordi allo spirito del blog, tu (ammesso e non concesso che voglia prestare il fianco a una simile cosa) potresti raccontare cinque cose di te che hanno strettamente a che fare col jazz… io, visto che il mio blog avrebbe la segreta aspirazione a raccogliere e raccontare storie o materiale che possa essere humus per far crescere storie, ho deciso che racconterò di sicuro una cosa di me che non sa pressoché nessuno, e che è qualcosa che non sfigurerebbe anche in postsecret.
    Ne mancherebbero poi altre quattro (che io di segreti in vita mia solo uno ne ho avuto) non ho ancora deciso se me la caverò con rivelazioni minime (tipo il mio nome di battesimo, per l’appunto) oppure se mi inventerò qualcosa d’altro (ci penso)…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...