Nulla è eterno (figurati le mie vacanze)

Landskron e Villach visti dall'alto

Confesso che è stato un anno abbastanza pesante (ah… l’anno inizia a settembre e termina in luglio: lo sai, vero?). Sfighe a pioggia e disagi diffusi. Però le ultime settimane di luglio e le prime di agosto hanno segnato un piacevole cambiamento di rotta.
Lo so. Sono un inguaribile ottimista. Non è vero che toccato il fondo si può cominciare a scavare. Il fondo proprio non esiste.
Le vacanze non sono state male. Improvvisate e organizzate all’ultimo momento si sono risolte in due settimane in Carinzia.
Appena varcato il confine austriaco, mi sono reso conto del madornale errore commesso. Nessuna ciminiera all’orizzonte, nessuna grande città, poche strade, poche macchine, poche librerie, pochissime parole scritte in una lingua intelligibile. Un sacco di verde, montagne, cascate, animali selvatici, ponti sospesi, uccelli rapaci e possibilità di lunghe camminate. Un incubo, insomma.
Meno avrei sofferto se mi avessero abbandonato lungo l’autostrada.
Ma l’uomo, un po’ come lo scarrafo, è macchina capace di adattarsi a qualsiasi condizione: sono sopravvissuto e, dopo un po’ – ho iniziato anche a divertirmi.
Moderatamente.
Ora sono tornato.
A te come è andata?

Annunci

4 pensieri su “

  1. A te come è andata?

    meglio che non ti dico (e per questo ringraziami pure sulla fiducia)…

    ho invece delle cose da dire sul tuo libro. Con calma, e un po’ alla volta, conto di dirle qui (e comunque, grazie ai trackback farlocchi di splinder farò in modo che quando succederà sarai avvertito)… Intanto posso anticipare che pur non avendola trovata un’opera esente da difetti 🙂 a me in parecchi punti è piaciuta molto.

    Consiglio vivamente i tuoi visitatori che ancora non l’avessero fatto di procurarsi il libro e di leggerselo (che è pure lettura facile, anche nei tratti in cui è densa).

    Se ne riparlerà. Per intanto: ben tornato!
    a.

  2. IO avevo prenotato la casa a l’Ile de Ré, magnifica e selvaggia isola davanti alla Bretania. Volo venerdì 17 luglio. Ebbene, la casa che avevamo riservato è bruciata. Niente vacanze!! 🙂 (però vivo a Barcellona, non mi lamento).
    Anna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...