Uno, due, tre e quattro

Il cubo di Hellraiser di Clive Barker

Mi ritrovo in ufficio, con il culo appiccicato alla sedia ed è troppo presto. Ho il metabolismo da ghiro in inverno e amerei dormire 20 ore al giorno. Non ci riesco proprio (e, ringraziami, ti risparmio le sfighe che me lo impediscono).
Però non riesco a essere presente nei miei soliti spazi come vorrei.
E allora, pur di darti un cenno della mia presenza su questa paginetta, la sfango con il solito trucco dei consigli di lettura/ascolto/fruizione.

1. Un fumetto che devi assolutamente leggere è Cronachette di Giacomo Nanni. Oh… Al di là del fatto che la storia del gatto mi ha emozionato un casino (e per mesi, perché ho iniziato a leggerla in varie forme e formati nel blog di Nanni e nei posti in cui si è infilato), leggere tutto insieme ‘sto librone di 300 pagine e più (360 credo) è proprio bello. Sto cercando di capire quali siano i motivi che mi spingono ad affiancarlo a Here di McGuire e a molto Chris Ware. Credo di essere arrivato a un punto. E, se ci riesco, ne scrivo sul prossimo Nubi (che si farà, anche se non mi hai detto cosa te n’è parso del secondo… ci tenevo).

2. Ho visto un film natalizio. Uno di quelli alla Natale sulla 42° strada. Hai presente? Si chiama Tokyo Godfathers e il regista è l’otomiano Satoshi Kon. A parte il fatto che mi è toccato spiegare a Chiara e Davide cosa è un omosessuale e perché dei genitori possono essere così malvagi da buttare via un bambino, il film ci è piaciuto tantissimo.Non cercarlo in TV.

3. Sto leggendo Sul disegnare di John Berger (libri Scheiwiller). Quell’uomo mi commuove sempre. Domenica prossima, Berger è a Milano, alla casa della cultura, e chiacchiera con la sua traduttrice Maria Nadotti. Per orario e indirizzo preciso, usa un motore di ricerca (Quando scopri l’orario, fammi sapere: non sono riuscito a trovarlo).

4. Se riesco, al mattino, ascolto Melog di Gianluca Nicoletti (hai presente? lui è il cielloide che conduceva golem – e sulla cui cacciata girano leggende interessanti… uff… va sempre a finire a pettegolezzi… – e la sigla è “little boxes on the hillside little boxes made of ticky tacky…”). Mi diverte molto. Se solo il conduttore condividesse lo stesso codice linguistico dei suoi ascoltatori… (stamattina per dire che aveva vissuto un’esperienza paragonabile a quella di chi si cala un acido – specificando chiaramente che la sua era solo una supposizione e, pur non condannando quel comportamento, lui non poteva saperlo perché non l’aveva mai fatto – ha usato un milione di parole parlando di “assunzione di sostanze psicotrope che inducono stati allucinogeni”, “stigmatizzazione di comportamenti non censurabili perché ascrivibili alla sfera delle scelte individuali” e via dicendo… Una mattina gli ho sentito usare la locuzione “smartellamento di gonadi”, giuro!).

Advertisements

11 pensieri su “Uno, due, tre e quattro

  1. No, dai Melog no, ti prego, non farti male, non buttare il tuo tempo.
    Radio24 è splendida ma Melog no.
    Uno che fa radio e si impappina, che non si informa, che dice che piace alle donne (quali donne? la razza “gatte isteriche che ti si attaccano ai maroni colle unghie?”)
    Uno che dice che il Grande Fratello è una vaccata, ma ne parla ogni cinque minuti e non si accorge nemmeno che GF è molto meglio di Melog. Un segaiolo. Dei peggiori. Correggi il post, cancellalo o non ti porto a mangiare i cappelletti da Antonia.
    E niente baci
    D.

  2. Satoshi Kon è una delle menti piu’ interessanti che il giappone ha prodotto nel campo dell animazione. miyazaki a parte, il sol levante produce troppi fuochi di paglia e pochi autori. Kon invece migliora ad ogni film, a partire da quel perfect blue ovviamente ignorato in occidente.

    Ho stampato, piegato, tagliato e grazie al fatto che lavoro in uno studio di grafica ho potuto anche rilegarlo. Orami trovo con un discreto malloppo da leggere, il cui unico difetto è di avere due pagine bianche ogn due pagine scritte (troppo sbatti fare pure fronte e retro). Ma vedro’ di tramutare questo difetto in pregio utilizzando lo spazio bianco per appunti, disegni e insulti agli autori.

    rae.

  3. D. Non è un segaiolo: è un semiologo. Voleva essere Eco ma non c’è riuscito. A me diverte. Per tutti i motivi che citi. E perché è costretto a mascherare, dietro un linguaggio delirante e una serie di scuse non richieste, un fortissimo posizionamento ideologico che trovo ripugnante (quello del cattolicesimo di destra)

    BB: Ci si vede là?

    rae.: Grazie e benvenuto! Purtroppo non vado al cinema da una vita (quella della mia figlia più grande: quasi 8 anni) e guardo pochi film. Paprika, per esempio, non l’ho ancora visto. Ma rimedio.
    Se lo spazio bianco con gli insulti diventa sufficentemente divertente, digitalizzalo e giramelo: lo inseriamo nel prox nubi (molto meta, nevvero?)

    ciao
    p.

  4. Secondo me lo sopravvaluti, è solo un segaiolo.
    L’ho ascoltato inorridito più di una volta senza mai riuscire ad arrivare in fondo. A quell’ora è meglio radio Malvisi, tipo ti ascolti Aretha Franklin o i Joy Division
    Il cattolicesimo di destra è comunque infinitamente migliore del cattolicesimo di sinistra
    non credo nemmeno che lui sia cattolico, forse new age
    D.

  5. caro Paolo, un abbraccio!
    volevo solo dirti che ti ho disegnato sul mio ultimo post! Poi un’altra cosa, avrei bisogno di chiederti dei consiglio, mi potresti da la tua mail?
    baci

  6. I`m in London right now
    spending a lot of money in picture books
    I don`t understan this speech about `segaiulo`
    could explain better please?

    Mr. Braindamage

    ps, Berger is very pipeiolo! here in London everyone talkin about him and his pipes…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...