“moira orfei”

Barnum

1. Scopro, sentendo Alessandro Baricco (tuttologo e insegnante di tecnica del racconto) a Fahrenheit, che google ha un nome che è una parola che non significa niente. Sono 10 alla 100 volte d’accordo con lui. Abbasso i nomi che non significano niente. Come Nutella, Coca Cola, Adidas, Accenture, …

2. Negli USA è ricominciato Dexter. Sono già in astinenza (è ricominciato anche Heroes: dopo la chiusura frettolosa della serie precedente, queste prime puntate sono veramente loffie e deludenti).

3. Tim Burton si sta preparando a girare Alice in wonderland… Mi preoccupo molto quando le mie ossessioni si incontrano.

4. Ieri in Milano Libri (Milano, via Verdi, 2), mi è venuto in mente di chiedere se avevano ancora copie del “Giornalone” di Gandini. Ne hanno un bel po’ e le vendono a un prezzo accettabile. Qualora tu non lo sapessi (ma non hai scuse), il Giornalone è la magnifica testata, per bambini di tutte le età, che Gandini ha fatto dopo essersi liberato di “Linus”. Ne sono usciti solo 4 numeri. Già che sei in Milano Libri, da’ un’occhiata in giro. Libri bellissimi e stupefacenti (anche nel prezzo appiccicato sulla copertina).

5. A proposito di google, la chiave di ricerca più spesso specificata per arrivare da queste parti nei primi giorni di ottobre è stata “Moira Orfei”.

Annunci

6 pensieri su ““moira orfei”

  1. “il giornalone” in via verdi… non sapevo mancasse alla tua collezione, altrimenti te l’avrei segnalato.
    a domani sera,
    p

  2. quando le mie ossessioni si incontrano …

    fai bene a preoccuparti, quando queste congiunzioni avvengono il rischio delusione è altissimo… (spesso in modo anche indipendente dal risultato, fare un film significa adattare, operare rinunce, riscritture, scegliere determinati percorsi a scapito di altri, dare una forma visibile e invariabile a idee che nella nostra testa mantengono una loro fluidità, può capitare che resti fuori roba che per noi è irrinunciabile e quindi, anche se il risultato fosse ottimo, se si conosce bene il materiale di partenza quello che risulta può comunque sembrarci monco… per di più questo effetto di impoverimento si rischia anche se le scelte fossero – per assurdo – uguali uguali a quelle che faremmo noi… per esempio, un adattamento di alice fatto da me sono convinto che io lo troverei molto deludente 🙂

  3. Paolin, povero te. Baricco è diventato pure regista; a giorni esce il suo primo film. Scommetto che sgomiterai per accaparrarti i biglietti…
    Se provi ad anticiparmi qualcosa (ma anche proprio qualcosina) su Dexter II ti do in pasto ai pescecani. O alle ricciole della diga foranea, che a forza di ingurgitare mercurio ed altre schifezzuole stanno modificandosi geneticamente e fanno quasi paura.
    Ma gli ultimi Burton ti avevano convinto? A me mica tanto…
    M.G.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...