Non mi lasciare


Jacques Brel

Ieri, il settimanale del Pais ospitava la classifica delle 100 canzoni che hanno cambiato le nostre vite. Stuporone mi ha colto scoprendo che al primo posto c’era Ne me quitte pas di Brel. Paolo ha cercato di spiegarmene i motivi (qualcosa che ha a che fare con sciovinismo e sudditanza culturale) e poi si è messo a canticchiare una canzone di Proietti.L’ho trovata.

Annunci

4 pensieri su “Non mi lasciare

  1. Stuporone mi ha colto scoprendo che al primo posto c’era Ne me quitte pas di Brel.

    Su cento musicisti intervistati solo per otto di loro Ne me quitte pas rientra tra le prime dieci canzoni… le canzoni dalla 16 alla 100 sono state votate da una o due persone… direi che siamo molto vicini al lancio dei dadi…

  2. ci penso eh…

    ma: 1. mica è facile e, soprattutto, 2. io mica sono un musicista (nel senso che per me si tratterebbe di autobiografismo spicciolo, per uno che invece fa canzoni ci sono di mezzo altre questioni di altra natura, tipo le influenze artistiche, il dialogo tra opere, e altre cose così)…

    403
    sloggato

  3. Running on empty (Jackson Browne)
    Like a rolling stone
    Peace piece (Bill Evans); non è una canzone? Va bene lo stesso.
    A love supreme; non è una canzone? Va bene…
    Blue river (Eric Andersen)
    Solo cinque?
    M.G.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...