Johnny dice ventitré per uno

(una nota in 3 parti su Johnny 23 di Charles Burns)


Quando Giusy mi ha regalato questo albetto, un po’ mi sono commosso. Siccome sono una personcina ospitale, mi sono dedicato alla chiacchiera e al cazzeggio da cena e da divano, rinunciando a isolarmi da tutto e da tutti con quel libro in mano. E’ un oggetto meraviglioso che mi dice cose nuove su Burns, sui libri con le figure e sul rimontaggio delle storie. Si chiama Johnny 23 e lo pubblica in 1700 copie le dernier cri di Marsiglia, gente a modo che dovresti frequentare.
Come tutte le cose belle, anche la serata con Giusy e Vincenzo è finita e, a casa, è rimasto solo l’usuale casino, fatto di adulti e bambini che giocano, leggono, schiamazzano, discutono e, a volte, si litigano: normalissima amministrazione.
Un po’ meno normale del solito però, perché io mi sono ritrovato questo albo quadrotto tra le mani e ho cercato di leggerlo. Boris dice che i fumetti non serve leggerli, basta guardarli; dice che glielo ha spiegato il Gallo. Mi pare una cazzata, però Johnny 23 sembrerebbe dargli ragione. Le pagine sono ottenute rimontando quadretti di X’ed Out, il nuovo libro di Burns. Nel rimontaggio, la sequenza delle vignette è stata stravolta, molti disegni sono stati ribaltati (come si fa con i manga adattati), in tutti i balloon sono stati inseriti segni illeggibili. Tutti i personaggi parlano un linguaggio misterioso e incomprensibile.
La citazione (il ribaltamento) del canone di Tintin è reso ancora più evidente dalla copertina. L’albo è in bianco e nero … Quasi. In realtà è in giallo e viola. Perché la carta è avoriata e l’inchiostro di stampa vira verso un blu-rosso dall’effetto meraviglioso.

E’ un oggetto di rara bellezza. Che mescola fumetto, cut up, enigmistica…

Annunci

17 pensieri su “Johnny dice ventitré per uno

  1. Ora. Perché Boris non sembri matto, devo dire che ho corretto il tag che aveva inserito… Così facendo mi sono accorto che posso correggere gli altrui commenti. Questa cosa permessa da wordpress è pazzescamente delirante.
    Ma come cazzo si fa a permettere una funzionalità che consente di cambiare le opinioni altrui nei commenti dei post?

  2. io non ho mai detto una cosa fel genere. ne ho detta probabilmente una attinente che poi Ale ha fatto sua modificandola come io ho fatto con la tua. Precisiamo. Se il gallo sono io.

  3. si il gallo sei tu.
    non fare filologia (che farla dell’oralità, senza registrazioni, è folle) e assumiti la tua responsabilità!

    spari qual’è il tag giusto? per il futuro sai.

  4. Ma se io dico che i fumetti si leggono e si guardano pure? A volte contemporaneamente, a volte no, certi fumetti van letti, altri guardati (altri buttati, anticipo qualche possibile suggerimento).
    Wordpress inquietante, sì…

  5. sono uno dei 1700 con copia autografata da burns; il disegno di burns è insuperabile; queste edizioni senza senso piene di senso.

  6. comprato ad angouleme, assieme a quello con le parole vere. interessante, ma mi sono un po’ spaventato: cos’ho in mano? quindi, super thanks paolo!!

  7. Mic: continua a leggere… Nei post di oggi e di domani continuo a parlarne. Cos’hai in mano non lo so (e la domanda un po’ mi spaventa), ma ho intuito un paio di cose di quel librino…

  8. c’est pas possible!
    proprio quando avevo deciso
    di smettere…
    lic di arrington de dionysos!
    proprio arruota dei 25d.
    vabbeh…carichi.
    amo.
    ‘sta paypal.
    poi basta, però, eh?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...