Eddy

Eddy Baby

Emmanuel Carrère, specialista in biografie, ha degnamente sciacallato sulle carni vive di Eduard Limonov. Un bel libro, molto venduto, scritto nella bella lingua adelphiana calassizzata, Limonov è esattamente quello che ti aspetteresti: la biografia fichissima di un tipo che ha vissuto e che è riuscito ad antologizzare, nel proprio corpicino, un intero catalogo di patologie della psiche. Eduard Limonov, oltre a essere oggetto di biografie, è (per me, soprattutto) uno scrittore, uno di quelli potenti. Per raccontare la sua vita, Carrère si è guardato bene dal riportare brani dai suoi scritti (sempre autobiografici), non dimenticandosi però di parafrasare le storie là contenute (senza mai, citare la fonte, perché siamo di fronte a una biografia letteraria e le note sono peccato gravissimo).

Devo confessarti che a me Carrère sta antipatico. Non sono mai riuscito a leggere un suo libro tutto intero: sono crollato di noia su Baffi; ho provato più volte a leggere quell’Avversario di cui mi dicono benissimo; l’ho molto odiato quando l’ho ritrovato autore di Io sono vivo e voi siete morti, biografia di Philip K. Dick. Un tipo che, per raccontare la vita di uno dei miei scrittori preferiti, usa un sacco di parole per non dire neanche un decimo delle cose che Robert Crumb infittisce nelle otto pagine di The Religious Experience of Philip K. Dick (lo conosci? No? Vai subito a leggerlo, qui)

Ok. Se vuoi e se hai tempo, leggi il libro di Carrère: racconta una storia potentissima. La trovi, tra le pagine del libro, se riesci a schivare i continui giudizi morali distribuiti dal biografo e sopravvivere a quella sonora idiozia in apertura: “Limonov non era un romanziere, sapeva raccontare soltanto la sua vita”.

Se invece hai meno tempo e vuoi godere sul serio, leggi i libri di Limonov: ce ne sono quattro o cinque ancora disponibili. Io incomincerei da Eddy Baby, ti amo (Salani) e da Il diario di un fallito (Odradek). Tu fai come ti pare.

Se facessi il libraio, accanto alla pigna di Limonov di Carrère, qualche copia dei libri di Limonov ce la terrei. Così, per sfruttare un’opportunità commerciale e per fare del bene.

Annunci

16 pensieri su “Eddy

  1. Non ho ancora letto niente di Carrère ma molto su di lui, il tuo post assomiglia molto alla vaga idea che me n’ero fatta. Cercherò questo “Eddy Baby, ti amo”, faccio finta di avere tempo (ah, di lui però vi è traccia anche nella serie televisiva Les revenants, in cui partecipa come sceneggiatore).

  2. Grazie Marco
    Nell’opac di http://www.sbn.it i titoli di Limonov sono 6:
    1. Il poeta russo preferisce i grandi negri, Milano, Frassinelli, 1985
    2. Diario di un fallito, oppure Un quaderno segreto, Roma, Odradek, 2004
    3. Libro dell’acqua, Padova, Alet, 2004
    4. Eddy-Baby ti amo, Milano, Salani, 2005
    5. Viktor Erofeev, Eduard Limonov, Vladimir Sorokin, Russian attack : antologia di racconti russi, Milano, Salani, 2010
    6. Il trionfo della metafisica : memorie di uno scrittore in prigione, Milano, Salani, 2013

    Se qualcuno ha un pdf del poeta russo preferisce i grandi negri, mi risparmia la ricerca per bancarelle e maremagnum

  3. Allora… Io investo i 19 euri se boris poi viene a casa mia e me lo legge con traduzione simultanea.
    Joselito: il libro dell’acqua ce l’ho… voglio i grandi negri. Grazie

  4. Da quello che ho capito, una buona ragione per affaticarsi sulla versione francese è che quella italiana… traduce quella francese, non l’originale, che ha un titolo privo di negri.

  5. paolo facciamo così: tu investi 1i 19 euri. poi me lo dai e io ti porto settimanalmente un capitolo letto in traduzione con la mia bella voce e digitalizzato in un file che preferisci. affare fatto?

  6. Qui si trovano gratis tutti i libri di Limonov, in russo, ma anche in francese ( 8 titoli )
    Basta mettere traduzione automatica, et andare a “Questo sono io – Eddie ” ( e il vero titolo di ” Le poète russe préfère les grands négres” ..; et clicare su ” in francese download”
    (Sono francese, perdonare gli errori )

    http://www.limonow.de/download/download.html

  7. Qui un documentario russo premiato da diversi Festival .
    Si vede i membri del Partito nazionale bolscevico (padre, ex leader del partito, e il figlio, che viene rilasciato dalla prigione).
       Il documentario mostra la vita di giovani attivisti Nazionale del Partito Bolscevico, Eduard Limonov nella sua vita quotidiana, e nella campagna presidenziale con Kasparov.
    Ci sono i sottotitoli in inglese di molto facile comprensione.
    Eccellente documentario
    http://vimeo.com/9186170

  8. Io ho una copia de “Il poeta russo preferisce i grandi negri” (Frassinelli, 1985): posso anche venderlo, se a qualcuno interessa [non è perfettissimo (gli anni pesano anche per i libri), qui e là ci sono anche dei segnetti in matita rosso/blu, ragion per cui lo cedo ad un prezzo ragionevole, tuttavia considerando che da più parti è considerato un introvabile]

  9. Hepburn, io sarei interessato all’acquisto della tua copia de “Il poeta russo preferisce i grandi negri” (Frassinelli, 1985). Se non l’hai già venduta fammi sapere come posso contattarti per l’acquisto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...