Tuttinsieme

EverythingTogether

Pare passata un’eternità da quando esisteva “Black”. Era un libro che ostentava il numero dell’uscita sulla costa e fingeva di essere una rivista. Come rivista era assai strana: aperiodica, curatissima, piena di spezzoni di fumetti che, a voler finire di leggerli, non bastava aspettare il numero successivo, dovevi comprarti il libro. Con tutti i suoi limiti, “Black” era bellissima, perché raccontava che una casa editrice con un’idea forte (discutibile, se vuoi, ma sicuramente forte) doveva avere uno spazio in cui raccontarla con chiarezza quell’idea. “Black” è stata, per i primi anni di vita di Coconino, il manifesto della casa editrice. Cosmopolita, bellissima, spesso spocchiosa, a volte orgogliosa quando puntava il dito verso un gioiello che pochi riuscivano a vedere.

In quel primo periodo, Coconino si presentava con due quasiriviste. Prima di “Black”, c’era “Mano”, voluta da Stefano Ricci e Giovanna Anceschi, che presentava cose meravigliose a un pubblico che sembrava inesistente. “Mano” era uscita in formati e per editori diversi, prima di approdare a Coconino. Anzi, a voler ben vedere, “Mano” aveva tenuto a battesimo Coconino, ospitando in una delle sue uscite (edita dall’Ancora del Mediterraneo) il catalogo di “Territori del racconto illustrato”, la mostra che a quella casa editrice ha dato inizio. Da “Mano” ti aspettavi fumetti, illustrazioni, racconti… Da “Black”, una rotta, tracciata (probabilmente con mano malferma) sulla carta (piena di errori e approssimazioni) di un luogo poco visitato. Ed era emozionante in quel momento.

Quando su un numero di “Black” è apparso Poor Sailor di Sammy Harkham, a me è mancato il fiato. Era (è) un fumetto bellissimo, fatto di poco e di niente. Una storia epica, con traumi e rimozioni, amori e odi, indifferenza e schifo, sogni e disfatte, … Insomma tutte quello che voglio trovare in una grande storia.

Poi, sono andato ad Angouleme e, in uno stand, ho trovato il librino del Poor Sailor, piccolo e quadrotto, con un solo quadretto per pagina. E rileggendo quel fumetto, ho pianto di nuovo.

Poi Harkham l’ho un po’ perso di vista. Per anni ha fatto una cosa che si chiama Crickets e, soprattutto, Kramers Ergot, un libro che si finge rivista che non riesco a leggere perché, per metà del tempo, ho la sensazione che Harkham mi stia prendendo in giro.

Qualche tempo fa, girando per bookdepository o amazon, non ricordo bene, ho trovato Everything Together di Sammy Harkham. Dopo l’usuale acquisto compulsivo, l’ho lasciato là a riposare un po’. Ieri l’ho finalmente letto. Fumetti bellissimi e commoventi. E c’è pure Poor Sailor.

Ora. Ti puoi fidare di me e andare subito a comprarlo. Oppure, puoi non fidarti e fare un giro in rete. Qui c’è una presentazione dei contenuti di Everything together, comprese un bel po’ di pagine di quel Poor Sailor, che ormai ti sta anche un po’ antipatico. Qui e qui c’è Black Death, che dimostra che in Everything together non c’è tutto.

Annunci

4 pensieri su “Tuttinsieme

  1. me l’ero dimenticato questo tuo post… be’, non sono granché d’accordo (tranne sul fatto che poor sailor sia bellissimo e che kramer’s ergot sia una mezza presa per il culo). ma questo libro proprio non sta in piedi, soprattutto perché l’autore è considerato un editor geniale. la copertina è, ehm, insomma. le prime pagine e in generale le illustrazioni sparse qual e là sono, ehm, insomma. le cose più belle si trovano online e nel libro non ci sono. anche quelle che nel libro ci sono, si trovano comunque online a gratis e senza impazzire per trovarle. l’unica altra storia lunga nel volume (oltre poor sailor, che però io e te avevamo già in altre due edizioni) è somersaulting che è una cazzata. la cosa più bella del libro, non scherzo, è la seconda bandella, quella con la bio dell’autore, che mi ha fatto ribaltare.
    vabbe’, finiamo di litigare stasera.
    baci

  2. Pingback: Read the Full Post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...