Il diavolo ha una figlia

by

Nel 1968 gli X-Men hanno cinque anni e James Steranko trenta. E’ un periodo difficile per gli eroi mutanti. Ancora non decollano. Di lì a poco, il gruppo sarà smantellato e la testata incomincerà a pubblicare ristampe. I cinque mutanti andranno ad alimentare le fila di gruppi improbabili come i Campioni, ad affiancarsi all’Uomo Ragno per dare un senso a una testata di team up un po’ scema o a conquistare pelo e gloria, trasformandosi in bestie feroci.

Ci toccherà di aspettare fino a metà degli anni Settanta perché gli X-Men ritornino con una formazione nuova, sapida di melting pot, ed entusiasmante.

Prima di lasciarla scomparire in un fiume di ristampe, Marvel tenta – con esiti risibili – di assestare qualche buon colpo alla testata. Compaiono episodi scritti da Roy Thomas e disegnati da Neal Adams. Per dare una sferzata al titolo, i due pescano un personaggio inventato, qualche mese prima, nientepopodimeno che da Jim Steranko.

Si chiama Polaris ed è la figlia di Magneto, questa è la splash page di quell’episodio e Jim Steranko è un gigante.

Viene dal tumblr di Michael Brian Bendis. QUI.

XMenSteranko

Tag:

2 Risposte to “Il diavolo ha una figlia”

  1. Ipofrigio Says:

    Sta’ attento, Neal «ADAMS», non «ADDAMS»!

  2. sparidinchiostro Says:

    Corretto. Grazie. L’ho mescolato con Chas

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: