Parole scritte e parole dette

by

Pom Poko

Una volta ho litigato con una su un social network. Mica ci ho litigato sul serio: ha detto una cosa su cui non ero d’accordo e, siccome sono rissoso, ho iniziato a prenderla in giro. In realtà non stavo prendendo in giro solo lei, ma anche un’altra mia amica che fa la libraja. Poi è arrivato un altro amico (che fa il traduttore) e si è schierato dalla mia parte. Una rissa a suon di pernacchie intorno a un bollino scemo piazzato sulla copertina di un libro. E’ andata come è andata.

Finita la rissa, abbiamo dovuto fermarci un attimo, tutti, per riprendere fiato. Però era un po’ difficile, perché durante lo screzio avevamo detto, tutti, delle tali scemate che ancora non riuscivamo a mantenere una parvenza di serietà. Non appena qualcuno accennava l’inizio di una frase, gli altri iniziavano a ridere. Hai presente? Si chiama stadio “panino al prosciutto”. C’è anche un test quasi scientifico per scoprire se lo si è raggiunto.

Mentre riprendi fiato, aspetti un momento di silenzio e poi esclami, con voce un po’ squillante, “panino al prosciutto”. Se tutti ridono, ci siamo arrivati. Se non ride nessuno, poi devi spiegare l’idiozia che hai appena fatto.

Comunque. La tizia con cui ho litigato sul social network conduce una trasmissione radiofonica sui libri e ieri, quando ormai il litigio era cosa passata, mi ha telefonato e mi ha fatto parlare in diretta di un libro che amo tanto: NonNonBa di Shigeru Mizuki. Riascoltando ho capito alcune cose. Per esempio, ho una voce sgradevole, bisbiglio e biascico, concludo le frasi in rantoli incomprensibili e spesso dico cose imprecise (quando non sbagliate). Mi sa che devo proprio rifarlo, se no non imparo.

QUI c’è la trasmissione. Abbiamo parlato di Mizuki, Hayao Miyazaki, Isao Takahata e Pom Poko, Fabrice Neaud e Diario, Hokusai, Joe Sacco, Occhio di falco…

Tag:

5 Risposte to “Parole scritte e parole dette”

  1. coralie Says:

    Tanto professionale e pacato. Abbastanza ironico e accessibile (è un complimento). Suono, forma e significante: una coperta per la timidezza.

    (fantastica questa tua cosa: non devo neanche più inserire i dati!)

  2. alessandro Says:

    Meno peggio di come l’hai dipinta: tono suadente e
    piglio autorevole.
    Affabilità trasmessa invece, quella sì a livello di guardia. Ma il medium può esser mendace .

  3. sparidinchiostro Says:

    Urca! Mi stai dicendo che sono antipatico?

  4. alessandro Says:

    No, ma ad uno con questa impostazione penserei in altri termini prima che “simpatico”. Ma sicuramente nel privato sarai
    un fine intratteniotre alla Gino Bramieri.

  5. sparidinchiostro Says:

    Uguale. Stessa circonferenza vita.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: