Semplificazioni

by

marchesini_03

1. Prima di tutto la mia mamma. Adesso è morta, ma prima c’era: è esistita. Ci sono prove documentali e scientifiche della sua vita. È stata registrata all’anagrafe, ha prodotto carte, si è sposata, ha vissuto in un appartamento che possedeva, insieme al mio papà. Ha avuto tre figli che stanno benone. Se vuoi (e se loro vogliono) li puoi incontrare, quei figli, dare loro la mano, chiacchierarci, berci una birra… Cose da umani.

2. Poi gli insulti. Ecco. Se tu insulti la mia mamma, io ti considero un imbecille e, se sono di pessimo umore, insulto te. Quando frequentavo le scuole elementari e medie, qualche volta perdevo il controllo. Se insultavi la mia mamma poteva addirittura succedere che io insultassi la tua. Ancora oggi, un po’ me ne vergogno.

3. Poi la religione. Oh! Lo so, sono questioni difficili. Mica sono cose riducibili ad aforismi. Però le religioni si basano su verità assolute, indimostrabili e inconfutabili. Non ci sono prove documentali e scientifiche dell’esistenza di un dio. Usare la propria mamma come metafora del proprio dio indica una mente un po’ confusa. Quando facevo il liceo, i più scemi stendevano il braccio verso l’esterno e dicevano “dopo la mamma viene la fiamma”. Pure in quei casi, anche se ero grandicello, insultavo la loro mamma. Me ne vergogno: avrei dovuto insultare loro e il loro credo.

4. Ah già! Il credo. La fede. Credo in un sacco di cose indimostrabili e inconfutabili. Proprio come te. Proprio come tutti. Per esempio, ho fede negli assiomi di Peano e in quelli di Hillbert. Ci credo ciecamente. Facciamo finta che mi arriva a casa uno e insulta quegli assiomi. Lo fa in maniera stupida e cattiva: “Ah! Quella retta è stata al fianco della sua parallela per sempre, non l’ha mai toccata, ma ha incrociato tutte le altre!” Ecco, io non mi arrabbio. Non sento la tentazione di dargli un pugno. Mi limito a considerare questo individuo, che magari ha ragione, un po’ sciocco. Se so di cosa sto parlando (ma di solito, come tutti, ho fede in cose che capisco poco) provo a spiegargli la questione. Se non la capisce, per semplificarmi la vita, me ne tengo alla larga. O è un idiota o, peggio, ha ragione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: