Una dimenticanza da nulla

by

BarbaLavandino

Il caldo e l’umidità sono nemici dell’impeto tricologico che mi fiorisce sulla testa e sul volto. Faccio finta che me ne importi poco ma alla fine devo cedere. Prendo il regolabarba, sposto la testina sulla terza posizione e inizio ad ararmi il viso. Il pelo è troppo lungo e il rasoio di qualità discutibile. Dopo tre attraversamenti della guancia devo fermarmi e pulire il piccolo bastardo: una macchina che richiede troppa manutenzione è incompatibile con la mia indolenza. Stacco il pettine, lo picchietto sul dito, ci soffio sopra, rimuovo i frammenti di pelo con uno spazzolino. Il lavandino si riempie di una nuvola nera.

Guardo il batuffolo che cresce e penso a un bezoario. Non ne ho mai viso uno ma, se non ricordo male, ne parla da qualche parte Neil Gaiman.

Mi distraggo e commetto una sciocchezza: ricomincio ad accorciare la barba, senza aver prima risistemato il pettine che allontana le lame dalla pelle. Una dimenticanza da nulla.

A quel punto mi ritrovo con un solco sulla guancia. È rosa e profondo. Si staglia, eroticissimo, in mezzo al pelo. Impreco ma con morigeratezza. Sono un bestemmiatore normodotato: nessuna particolare qualità tonica o inventiva lessicale. Non appena realizzo di avere commesso uno scempio, decido di continuare l’opera. La pelle riemerge un po’ alla volta. Pulire il regolabarba, senza il pettine, è anche più facile. Il mio bezoario cresce a vista d’occhio. Un mio doppelganger si forma nel lavandino mentre emerge un viso che non mi piace e che non ricordavo di avere: ha un che di scimmiesco che preferisco tenere dietro la barba.

Quando finisco, sotto la zazzera nera, nello specchio, compare un faccione rosa. Non lo riconosco come mio. Mi dà anche più fastidio di quello che mi porto a spasso di solito. Non pensavo fosse possibile. Lo avrei lasciato volentieri dove era. Una dimenticanza da nulla. Mi seguirà per un paio di settimane.

Una Risposta to “Una dimenticanza da nulla”

  1. mmordente Says:

    e faccelo vedere, questo bel faccione rosa!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: